giovedì, 24 gennaio 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

20.10.2013

Joe Squillo a Lonato l'icona del glamour seduce lo shopping

Joe Squillo ospite questo pomeriggio del Lion Fashion Game
Joe Squillo ospite questo pomeriggio del Lion Fashion Game

La moda è un gioco, ma per persone serie. E soprattutto di grande fascino. Chi dunque meglio dell'«icona» del glamour può incoronare il re e la regina del mondo fashion? Jo Squillo sarà la guest star di un pomeriggio sospeso appunto fra moda e spettacolo ospitato dal Leone di Lonato, il tempio dello shopping del Garda. La cantante, show girl e conduttrice televisiva sarà la madrina del «Lion Fashion Game», una sfida fra dieci concorrenti chiamati a confrontarsi in una prova di shopping trainer. I concorrenti avranno a disposizione un bonus da 200 euro da spendere per vestirsi da capo a piedi. Chi capitalizzerà il «tesoretto» dimostrando gusto e originalità nella scelta del look si aggiudicherà la tenzone e potrà, come premio, tenersi i capi acquistati. Il verdetto sarà affidato a una giuria di esperti di moda e fashion blogger composta, fra gli altri, dal collaboratore di D- La Repubblica per il settore moda Angelo Ruggeri, le fashion blogger Alessia Milanese di «The Chilicool» e Carola Disiot di «Purses in the kitchen» e Daniela Fedi autrice del libro «Curvy, il lato glamour delle rotondità». Ma gli sguardi saranno tutti per Jo Squillo la prima conduttrice di programmi di moda del piccolo schermo che nel 1996 con «Kermesse» su Rai Uno rese popolare un tema che ancora oggi riscuote grande successo nelle tv pubbliche e a pagamento. Jo Squillo, nata come cantante alla fine degli anni Settanta, ha fatto della passione per la moda la sua professione e da oltre vent'anni è sempre presente negli appuntamenti più imperdibili di moda e glam a livello internazionale. Ma il primo amore non si scorda mai e Giovanna Coletti, alias Joe Squillo sa ancora sedurre con canzoni pietre milari della soft dance degli anni Ottanta. Gli esordi musicali la vedono schierata, ancora minorenne, in primissima fila nell'avanguardia musicale del movimento punk italiano. Sono cattiva-Orrore, è il suo primo brano inciso con il gruppo tutto femminile delle Kandeggina Gang. Nel 1981 il primo album da solista «Girl senza paura» fa breccia in Germania mentre in Italia il successo arriva con «I love Muchacha». Nell'immaginario collettivo Joe Squillo resta tuttavia l'altro «elemento» della bomba sexy esplosa a Sanremo quando duetta con Sabrina Salerno nel brano «Siamo donne».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Il Racconto di Ferragosto

Sport

Cultura

Spettacoli