venerdì, 14 dicembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

07.05.2013

La «dura vita» delle
commesse diventa un film

Brescia: esterni del nuovo cinema Eden
Brescia: esterni del nuovo cinema Eden

Una tematica di grande attualità ma anche di forti sofferenze personali quella affrontata dal documentario «Vite al centro» che viene proiettato domani sera al cinema Nuovo Eden di Brescia. Si tratta di «Storie di Commesse nell'epoca dei centri commerciali», come recita il sottotitolo, e nasce «da uno spunto dato dall'associazione di volontari Punto Famiglia di Castelmella che sta rilevando a livello territoriale trasformazioni profonde nella vita delle famiglie a seguito della crisi e delle riforme nel mercato del lavoro. Il simbolo massimo di ciò è il decreto salva Italia che ha deregolamentato orari e aperture per incentivare la spesa e aumentare i posti di lavoro ma ha ottenuto come effetto solo la compressione sui lavoratori del peso della crisi», spiega il regista, il bresciano Nicola Zambell, autore di questo documentario cui ha lavorato con Fabio Ferrero e Paco Mariani.  Giovani videomaker che credono nell'autoproduzione come hanno dimostrato anche con la loro precedente esperienza di grande esperienza di successo «Tomorrow's Land», un film sul conflitto israelo-palestinese già proiettato anche all'Eden. «Vite al centro», che sarà distribuito da giugno, è autoprodotto, registrato secondo licenza Creative Commons 2.5 e diffuso attraverso una strategia di autodistribuzione. Il singoli e i gruppi possono richiederne copie anche per diffonderle. Questo documentario si unisce alle produzioni che il collettivo SMK videofactory ha realizzato negli ultimi anni nel tentativo di proporre una prospettiva differente su alcuni temi di attualità.  A differenza del film «Tomorrow's Land», quest'ultimo lavoro è bresciano anche per ambientazione: le scene sono state girate in alcuni centri commerciali locali poiché «la forte tradizione industriale, il primato nel campo dei servizi, la dimensione e il numero delle imprese commerciali fanno di Brescia un luogo simbolo dello sviluppo del Paese e delle tendenze più significative della storia italiana contemporanea. Decisamente votata alla grande distribuzione, Brescia detiene il record di metri quadri di centro commerciale procapite, quattro volte superiore alla media europea» spiega Zambelli.  LE STORIE raccontate sono quelle di donne che lavorano. Le stesse che reggono il peso della famiglia e della casa in un paese in cui diminuisce la spesa per il welfare e in cui il mondo del lavoro ha subito cambiamenti strutturali. Alice e Beatrice, due amiche, entrambe lavoratrici dipendenti in un centro commerciale, che attraversano un momento cruciale della loro vita: una è in procinto di mettere al mondo un figlio e di entrare in maternità, l'altra di sposarsi ed alla ricerca di un nuovo lavoro. «Approfondire questa tematica ha spalancato porte enormi, tanto che il lavoro che presentiamo sarà una parte introduttiva, un'anteprima, perchè toccare la questione del commercio e della vita e del lavoro dei commessi nei grandi centri commerciali significa toccare argomenti molto delicati e intrecciati con la vita della città; per questo una seconda parte del lavoro vorrà approfondire alcune questioni che riguardano la trasformazione della città a seguito dell'espansione continua delle aree dedicate alla Gdo», conclude Zambelli. Appuntamento mercoledì alle 21 al cinema Nuovo Eden, ingresso libero e dopo la proiezione incontro con i registi e dibattito.

Irene Panighetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Il Racconto di Ferragosto

Sport

Cultura