Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
12 novembre 2018

A cura di Publiadige

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

12.12.2017

Fideiussione
per affitto
commerciale

A cura di Publiadige

Fideiussione per affitto commerciale
Fideiussione per affitto commerciale

Può capitare che il proprietario di un bene immobile decida di chiedere all’inquilino una fideiussione bancaria per affitto, una vera e propria forma di garanzia che protegge in caso di insolvenza. Si tratta di una pratica oggi poco diffusa per quanto riguarda gli affitti residenziali, pratica che invece viene scelta in modo sempre più frequente nel caso di un affitto commerciale, dell’affitto quindi di un fondo per un negozio, un’agenzia o uno studio per attività professionale.

 

Nonostante oggi la crisi economica sia in recessione, sono ancora molto numerose le attività che non riescono a far fronte al meglio a tutte le loro spese. I padroni di beni immobili che non vogliono incorrere in alcun tipo di problema non possono far altro quindi che proteggersi con una fideiussione. Ma come funziona nello specifico la fideiussione e quali sono i documenti necessari? Cerchiamo di rispondere insieme a queste domande.

 

Come funziona la fideiussione?

 

Colui che ha deciso di prendere in affitto il bene immobile, deve firmare un classico contratto di locazione. Dovrà però necessariamente essere allegato a questo contratto, anche il contratto di fideiussione in cui una terza persona si fa carica di ogni responsabilità. Sarà questa terza persona quindi, il fideiussore, a firmare il contratto e sarà lui a rispondere in caso di insolvenza. Ovviamente non tutti possono fare da fideiussore: è necessario essere persone con una solidità economica eccellente, un buono stipendio e ovviamente nessun problema finanziario alle spalle.

 

Ovviamente esistono varie tipologie di fideiussione, da scegliere in base alle specifiche esigenze del conduttore e del locatario e in base alla tipologia di attività; sarà l’istituto bancario a cui ci si rivolge ad illustrare quello che maggiormente si confà al vostro caso.

 

Il certificato camerale e gli altri documenti necessari

 

Per poter richiedere una fideiussione è necessario portare alla banca una copia del documento di identità in corso di validità, una copia del codice fiscale e una copia del contratto di locazione. Inoltre risulta necessario portare anche la dichiarazione dei redditi e un certificato camerale.

A differenza della visura, il certificato camerale è un documento in bollo con valore legale, che quindi costituisce un’attestazione giuridica delle informazioni riportate, che può essere richiesto direttamente presso la Camera di Commercio della propria città oppure online, tramite appositi portali specializzati nel reperimento di documenti, come ad esempio visureinrete.it alla pagina dedicata al certificato camerale.

In 24/48 ore verrà recapitata la scansione del documento originale, oppure, spuntando la voce apposita, anche l’originale cartaceo in posta ordinaria all’indirizzo indicato dal richiedente.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il nuovo portiere del Brescia finora non è stato impeccabile: cosa ne pensi?
ok

Il Racconto di Ferragosto

Cultura

Spettacoli