Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

07.09.2009

Gli Inca creano attesa Già 2.600 prenotazioni


 Maschera funebre in oro laminato. L'apertura della mostra è prevista per il 4 dicembre a Santa Giulia
Maschera funebre in oro laminato. L'apertura della mostra è prevista per il 4 dicembre a Santa Giulia

La mostra «Inca. Origine e misteri delle civiltà dell'oro» sta muovendo i primi passi e già gli organizzatori parlano di un buon successo.
LE PRENOTAZIONI hanno preso il via lunedì scorso e hanno già raggiunto quota 2.600. Nel frattempo, è partita la massiccia campagna di comunicazione che accompagnerà la mostra fino all'apertura, prevista per il 4 dicembre a Santa Giulia. I primi pieghevoli sono stati distribuiti con i quotidiani nazionali e in occasione della mostra del cinema di Venezia. Qualche locandina è già spuntata nei negozi della città anche se «volutamente - spiega Andrea Brunello, amministratore di Artematica che organizza l'esposizione - per il grosso abbiamo aspettato fino a metà settembre». A breve sarà la volta delle affissioni e sarà esposta la cartellonistica che fino ad aprile farà bella mostra nelle vie della città. In questi giorni sono partiti anche i mailing per le scuole e le agenzie di viaggio presso cui la mostra sta suscitando un'inaspettata curiosità.
«Solitamente le agenzie si limitano a prendere prenotazioni - spiega Brunello - invece in questo caso chiamano per chiedere informazioni. Il tema dell'esposizione, una civiltà antica, probabilmente ha fatto centro».
Anche per l'assessore alla Cultura Andrea Arcai «c'è molta attesa e i cittadini chiedono informazioni. Sta partendo bene la collaborazione di Artematica con i musei, Brescia Musei e Fondazione Civiltà Bresciana». Arcai parla di «corresponsabilità» che porterà al successo.
«Oltre che per le magnifiche cose in arrivo dal Perù, questa mostra è importante per le relazioni tra Italia e America Latina che sapremo evidenziare». E dal punto di vista didattico: «C'è da considerare che possiamo contare anche sul patrocinio del ministero. Questo - spiega ancora l'assessore- è un periodo storico spesso trascurato».
INFINE, «INCA» avrà il pregio di potenziare i rapporti economici tra il Perù e Brescia che «ospiterà a partire dal 10 l'Andina Festival e quindi è molto sensibile agli scambi con le popolazioni Sudamericane». «È un progetto che stiamo costruendo giorno per giorno - continua l'assessore -: il bello è vederlo crescere, non avere già il pacchetto pronto».
La mostra sugli Inca è un viaggio lungo 3mila anni di storia, attraverso le civiltà che si sono succedute in Perù dal XV secolo avanti Cristo.
UNA MOSTRA accompagnata da suoni e musiche, che porterà a Santa Giulia oltre 250 reperti delle antiche civiltà precolombiane. L'oro, con la sua brillantezza e la sua rarità, è il filo conduttore di un suggestivo percorso che approfondirà anche il significati dei simboli più mistici e spirituali. Delle civiltà precolombiane illustrerà il rapporto con la natura nelle semplici contrapposizioni tra vita e morte, cielo e terra, mare e montagna, sole e luna.
«Inca» sarà aperta dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 19, da venerdì a domenica dalle 9 alle 20. Il biglietto di ingresso comprende anche la visita a Plus Ultra e al museo di Santa Giulia.
IL COSTO è di 12 euro (ridotto 9 euro; 6 euro speciale fino a 18 anni e scuole). Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.incabrescia.it dal quale è possibile effettuare anche le prenotazioni on line oppure contattare il call center all'800775083. Per i gruppi organizzati che effettuano prenotazione e pagamento entro il 30 novembre 2009 non verrà applicato nessun diritto di prevendita sui biglietti di ingresso alla mostra: si potranno così risparmiare fino a 72 euro.

Natalia Danesi

Natalia Danesi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1