Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Internet & Hi-Tech

scegli sezione
Buoni pasto, ora si può pagare con gli smartphone

24.12.2012

Buoni pasto, ora si può pagare con gli smartphone

Buoni pasto
Buoni pasto

Oggi pagare il pranzo col telefonino è diventato una realtà . Ha preso il via il primo progetto italiano per la dematerializzazione del buono pasto cartaceo grazie all'utilizzo di tecnologia NFC.
PER RISPONDERE alla crescente domanda di soluzioni innovative nelle transazioni, Edenred, inventore del Ticket Restaurant, ha promosso, insieme all'Osservatorio NFC & Mobile Payment del Politecnico di Milano, la sperimentazione di Ticket Restaurant Mobile, applicazione che offre all'utente l'opportunità di pagare il pasto attraverso cellulare, senza la necessità di supporti cartacei o elettronici.
Fondamentali partner dell'iniziativa Research In Motion (RIM), l'azienda produttrice degli Smartphone BlackBerrry, Ingenico Italia, leader per le soluzioni di pagamento elettronico e Reply, specializzata nella progettazione e implementazione di soluzioni basate su i nuovi canali di comunicazione e media digitali.
LA FASE di test coinvolge circa 80 utenti di un importante Campus Milanese, dotati di smartphone BlackBerryA Curve 9380 che potranno sperimentare nel corso dei prossimi sei mesi la nuova applicazione all'interno di una rete di 60 esercizi commerciali convenzionati nel perimetro dell'ateneo e attrezzati con POS Ingenico iCT250 con lettore contactless iST150.
In questo modo sarà possibile pagare il conto in velocità, senza premere alcun tasto, semplicemente avvicinando il cellulare al lettore contactless in dotazione all'esercente ed effettuare la transazione in meno di tre secondi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1