Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Internet & Hi-Tech

scegli sezione
Ecco «Badabing!» il guardone che spia le vostro foto al mare

19.11.2012

Ecco «Badabing!» il guardone che spia le vostro foto al mare

Foto al mare, fate attenzione
Foto al mare, fate attenzione

Da oggi esiste un motivo in più per fare attenzione alle proprie foto su Facebook e al livello di privacy con cui sono condivise. Arriva infatti «Badabing!», l'app per iPhone che analizza tutte le foto dei propri contatti su Facebook per mostrarvi solo quelle in cui amiche e amici appaiono in bikini o in costume da bagno (o anche più semplicemente con pochi vestiti addosso). Una iniziativa che metterà in allarme ulteriormente quanti in questi anni hanno avuto un utilizzo disinvolto del mezzo senza pensare alla privacy.
CON UN «SERVIZIO» del genere, ovviamente l'app non poteva certo essere gratis: per sbirciare fra i contatti Facebook però bastano 1.99 dollari. Una volta loggati con il vostro account Facebook bisogna scegliere un gruppo di amici fra cui fare la ricerca: le foto che vi piacciono di più possono essere inserite nel bookmark.
Qualcuno magari si chiederà se tutto questo è lecito: la risposta ovviamente è sì. Tutto quello che fa quest'applicazione è semplicemente una ricerca fra le foto pubblicate su Facebook: sta a ogni utente scegliere con chi voler condividere i vostri scatti.
RESTA da capire la reale utilitá dell'applicazione: dal momento che le fotografie sono giá fruibili su Facebook, l'impressione é che un eventuale motore di ricerca tematico possa solamente velocizzare la visione di qualche curioso ma senza di fatto consentire visioni altrimenti non consentite. Possibile che, gli utenti con migliaia di amici, siano costretti a limitare il numero delle proprie amicizie per mantenere un minimo di privacy sulle proprie fotografie.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1