Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Internet & Hi-Tech

scegli sezione
Musica, la sfida di Microsoft punta ancora sulla Xbox

29.10.2012

Musica, la sfida di Microsoft punta ancora sulla Xbox

Nuove funzioni per la xbox: arriva anche la musica
Nuove funzioni per la xbox: arriva anche la musica

In attesa del lancio del suo primo tablet, Microsoft dà battaglia ad Apple anche nel campo della musica, tradizionale cavallo di battaglia di Cupertino che proprio su iTunes ha costruito buona parte dei suoi successi. È l'ennesima sfida tra i due colossi.
È possibile da qualche giorno utilizzare Xbox Music, un servizio simile a iTunes per l'acquisto di canzoni. Il catalogo da 30 milioni di canzoni, quattro in più del rivale targato Apple, sarà disponibile all'inizio solo per la Xbox, la console di casa Microsoft tra qualche giorno dovrebbe essere lanciato ufficialmente l'ultimo sistema operativo della casa che avrà il nome di Windows 8, il servizio verrà esteso a tutti i dispositivi che utilizzano i programmi della casa di Redmond.
COMPRANDO l'abbonamento da 9,99 dollari (circa 8 euro) sarà possibile ascoltare le canzoni su tutti i dispositivi: «Questo servizio - spiega Yusuf Mehdi, vicepresidente della compagnia, in un comunicato sul sito - combina gli aspetti migliori delle radio via internet, dei servizi musicali in abbonamento e dell'acquisto di musica».
IL SERVIZIO sarà preinstallato nel sistema operativo Windows 8, dove sarà il lettore musicale di default, e permetterà anche l'ascolto gratuito dell'intero catalogo a patto di accettare alcune inserzioni pubblicitarie. Gli utilizzatori potranno anche preparare playlist e decidere se comprare la musica scelta scaricandola sul supporto fisso invece di ascoltarla in streaming. Per Apple, l'ennesimo attacco «concorrenziale» da affrontare con grande prontezza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1