Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Internet & Hi-Tech

scegli sezione
Outlook.com arriva a 60 milioni di utenti attivi

25.02.2013

Outlook.com arriva a 60 milioni di utenti attivi

Nuova svolta nelle email
Nuova svolta nelle email

Dopo la sperimentazione, l'implementazione. Il nuovo servizio di posta elettronica rilasciato da Microsoft lo scorso anno, Outlook.com, ha raggiunto i 60 milioni di utenti attivi in appena sei mesi di vita. L'azienda di Redmond può dunque festeggiare questo importante traguardo in concomitanza con l'annuncio della fine del periodo beta.
Ebbene sì, il servizio non sarà più in versione preview, ma diventa da adesso un offerta affidabile e stabile, da usufruire sia nella versione desktop, che attraverso l'alternativa mobile quindi da tablet o smartphone.
PROPRIO per questo motivo la casa americana ha dato inizio ad un'importante campagna di marketing volta a pubblicizzare ulteriormente il prodotto offerto ai consumatori. Gli utilizzatori di Hotmail in questo senso, verranno presto raggiunti da un messaggio che li inviterà ad effettuare la migrazione sulla piattaforma Outlook.
BUONA PARTE dei clienti utilizza il servizio Microsoft per ricevere gli aggiornamenti provenienti da social network come Twitter, Facebook, fattore che limita l'invasione della pubblicità; 12 milioni degli utilizzatori complessivi si serve delle funzioni Sweep e Schedule Cleanup per allestire ed organizzare la propria posta, spostando o cancellando i messaggi, mentre 25 milioni utilizza SkyDrive per stoccare o condividere in rete più di 500 milioni di contenuti multimediali.
In questi mesi ci sarà un massiccio trasferimento degli account Hotmail verso la nuova piattaforma Microsoft: operazione che dovrebbe finire entro la fine di settembre.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1