Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

01.02.2018

Carnevale,
scatta la
maratona

Il Gran Carnevale carpenedolese e l’albero della Cuccagna  terranno  a battesimo le sfilate di CarnevaleLe maschere tradizionali di   Livemmo  sono un unicum
Il Gran Carnevale carpenedolese e l’albero della Cuccagna terranno a battesimo le sfilate di CarnevaleLe maschere tradizionali di Livemmo sono un unicum

In provincia è tutto pronto per la maratona delle sfilate di Carnevale. Ad aprire la serie sarà sabato il Gran carnevale carpenedolese. La partenza dei carri è fissata per le 14 da viale Papa Giovanni XXIII. I carri allegorici in parata passeranno davanti al palco della giuria allestito di fronte a Palazzo Deodato Laffranchi, prima della performance finale in piazza Europa. Gli allestimenti saranno scortati da 12 gruppi mascherati, compreso quello di San Ginesio, paese della provincia di Macerata devastato dal terremoto. In questi mesi la scuola di Carpenedolo e l'associazione Cernobyl hanno finanziato la ricostruzione della pavimentazione della scuola di San Ginesio. Un gesto di solidarietà che ha creato un rapporto di profonda amicizia che sarà rafforzato in occasione del Carnevale. La festa sarà esaltata dalla sfida dell’arrampicata sull’albero della cuccagna issato in piazza Europa. Alle 20 debutterà il corteo notturno con i carri illuminati a regalare un’atmosfera unica. Ospitaletto il corteo di gruppi in maschera e carri allegorici partirà da via Monte Grappa alle 13,45 prima di approdare in piazza Mercato, che si trasformerà in un sambodromo grazie alla musica della Banda e all’animazione dei ragazzi dell’oratorio. Gli alpini offriranno frittelle, lattughe e vin brulè in attesa dell’incoronazione dei migliori allestimenti. Il Carnevale concederà repliche con festa in maschera giovedì 8 febbraio alle 15,30 al centro diurno, lunedì 12 febbraio all’oratorio e martedì 13 al centro sociale. DOMENICA INVECE «Carnevalando» coinvolgerà Artogne, Piancamuno e Gianico. Alle 13,15 la parata partirà da piazza Verdi a Piancamuno per fare tappa in via Golgi ad Artogne, prima di raggiungere l’oratorio di Gianico per la festa e la cerimonia di premiazione dei carri. Sarà un grande spettacolo etnografico il Carnevale in programma domenica nella frazione di Livemmo a Pertica Alta. A renderlo un unicum le performance della Vecia del Val e dall’Omasì del Zerlo, protagonisti de «Il Doppio», il rituale che vedrà le comparse ballare fino allo sfinimento. Si inizia alle 13,45 con il Carnevale dei Bambini, poi alle 14,30 scenderanno in piazza le maschere tradizionali. A cornice dello spettacolo ci saranno i classici prodotti del territorio e la rievocazione degli antichi mestieri, dal boscaiolo al malghese, passando per l’ebanista e la lavandaia. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1