Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 dicembre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
Cuccagna tricolore coi Briganc

10.08.2015

Cuccagna tricolore coi Briganc

Il palo della cuccagna di Fraine è uno spettacolo nello spettacolo
Il palo della cuccagna di Fraine è uno spettacolo nello spettacolo

Una festa da allegri «briganti»che dura da diversi decenni e così è diventata, in piena regola, uno tra gli eventi più longevi del territorio camuno e alto Sebino. È la Festa dei Briganc di Fraine, frazione collinare alle spalle di Pisogne, organizzata dal Circolo La Frainense: è l'edizione numero 45. Come sempre ricco di eventi, il calendario proposto dai tanti volontari frainesi, è arricchito anche quest'anno dall'unica tappa bresciana del campionato italiano di Palo della Cuccagna (in tutto, sono 65 le edizioni della gara organizzata a Fraine), oltre che dal tradizionale spettacolo pirotecnico della serata di San Lorenzo, lunedì 10 agosto, patrono del borgo. Si parte domani, con l'apertura dello stand gastronomico allestito nel campo sportivo, cui seguirà in tarda serata un tributo a Vasco con il gruppo Sensazioni Forti. Musica e danze, prodotti tipici e divertimento assicurato tutte le sere fino al 16 agosto: da segnalare, detto dei fuochi d'artificio e della gara nazionale del palo, lo spettacolo teatrale della compagnia I Pelafìc de Tulìne, la sera dell'11 agosto; il concerto del maestro d'organo Paolo Bonomi, presso la chiesa parrocchiale, la sera del 13; infine, il concerto del gruppo folk dei Luf, alle 20.30 del 14 agosto. UN GRAN LAVORO per il gruppo, coordinato da Egidio Fettolini e dal suo vice Giuliano Pe, da sempre - col direttivo dell'associazione - in prima fila quando si tratta di animare Fraine. Una piccola comunità che però sa sempre farsi trovare pronta, alla Festa dei Briganc: le edizioni precedenti, numeri alla mano, hanno attirato in collina diverse centinaia di turisti, visitatori e appassionati del buon cibo e della buona musica. Storicamente parlando, infine, la montagna di Pisogne è stata, in passato, terra di brigantaggio: da qui il titolo della festa frainese. Nei primi anni del 19esimo secolo, in reazione all'occupazione napoleonica del Nord Italia, molti uomini si rifugiarono anche sui monti locali iniziando una guerriglia che venne repressa duramente ma con grande fatica da parte delle truppe regolari: l'ideale romantico legato alla figura del brigante che non si arrende al nemico è rimasto comunque fortissimo a Fraine. «Quei briganti - sottolineano gli organizzatori - fanno parte della storia del paese, delle sue tradizioni, tramandateci grazie a numerose testimonianze, e ci sembra giusto ricordarli ogni anno». o COPYRIGHT

Alessandro Romele
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1