Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
Traversata del
lago di Iseo:
c’è aria di derby

18.08.2016

Traversata del
lago di Iseo:
c’è aria di derby

Giulia Bozza è la regina incontrastata delle acque del lago di Iseo
Giulia Bozza è la regina incontrastata delle acque del lago di Iseo

La Traversata a nuoto del lago d’Iseo è sempre più giovane e sempre più tirata allo spasimo. L’edizione numero 17 si disputerà domenica. E lo striscione del traguardo è già stato installato al lido dei Platani, sul lungolago di Iseo.

UN MODO per pubblicizzare l’evento a beneficio dei potenziali spettatori, perché per quanto riguarda i partecipanti non ce n’è assolutamente bisogno. La Traversata Predore-Iseo, lunga 3.200 metri, è ormai entrata nel calendario delle «classiche» della specialità, che non possono mancare nel carnet di un atleta che si rispetti. Una medaglia da appuntarsi al petto.

Anche se formalmente «non competitiva», la gara sebina è diventata sempre più un appuntamento in cui si sfidano nuotatori che praticano l’agonismo. Non solo: vi si infoltisce sempre più la schiera degli under 18, ragazzi e ragazze che si allenano e gareggiano abitualmente in piscina.

Anche stavolta dovrebbero essere 250 gli atleti alla partenza. Quelli sinora iscritti provengono per la maggior parte dalle province di Brescia e Bergamo, ma ce ne sono anche da tutta la Lombardia, dal Veneto e dall’Emilia Romagna.

NEL 2015 I VINCITORI - gli iseani Arnaldo Bonfadini e Yuri Gotti - hanno tagliato appaiati il traguardo per ricordare l’amico Andrea Belotti morto quattro mesi prima, a soli 26 anni. Bonfadini detiene il primato delle edizioni vinte, sei consecutive, dal 2010, e il record dell’evento, avendo fatto fermare il cronometro su 35’ e 19’’ nel 2013, ex aequo con Yuri Gotti, ora 34enne, che da parte sua vanta tre successi nella Traversata ed è campione nei Master della sua categoria.

Quest’anno Arnaldo Bonfadini, 24enne, è in forma smagliante: ha dominato nel Tri Ò Clok Sirmione (3,2 chilometri) del 26 giugno, nel Giro dell’isola del Garda (6 chilometri) del 2 luglio e nella Traversata Torri del Benaco-Maderno (7 mila metri) del 9 luglio.

In campo femminile nella Predore-Iseo l’anno scorso si era imposta la 15enne Giulia Bozza (42’ e 6’’) di Provaglio d’Iseo, seguita dalla 18enne Francesca Zanini (42’ e 7’’), di Paderno, per tre volte vincitrice della Traversata iseana, mentre terza era risultata la 16enne Gloria Chiodini (42’ e 12’’). Anche quest’anno è prevista la partecipazione di squadre che si daranno battaglia in una classifica a parte.

Una novità riguarda invece il microchip che, anziché alla caviglia, sarà legato al polso, in modo da risparmiare agli atleti la fatica di dover salire sulla banchina per far fermare il cronometro.

Organizza di fatto la Società operaia di mutuo soccorso, anche se la titolarità giuridica della manifestazione, come già nel 2015, è in capo all’associazione Iseo Fìdati.

L’ASSISTENZA in acqua sarà garantita dai canoisti dell’Associazione tempo libero e sport, dal Gruppo Sub Iseo, dall’Ysei Sub Diving Club, dall’Opsa Croce Rossa di Bergamo e dai sodalizi comunali di Protezione civile di Montisola e Iseo. Per parte sua la sezione delle «penne nere» offrirà a fine gara vin brûlé e bevande calde.

Giuseppe Zani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1