Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
Binzago, lungo i sentieri
partigiani la storia «svela»
i tesori della natura

10.12.2015

Binzago, lungo i sentieri
partigiani la storia «svela»
i tesori della natura

In bicicletta sopra Binzago
In bicicletta sopra Binzago

Tra Binzago e Agnosine si snoda un percorso segnalato in biancorossoverde che ricalca i sentieri battuti dai partigiani. È intitolato a Tranquillo Bianchi assassinato dai fascisti a Binzago il 14 maggio 1944. Camminare da quelle parti, oltre che respirare liberamente aria pura e tonificare i muscoli serve a ricordare quei tragici eventi. L’intero percorso, abbastanza articolato e con numerose varianti, copre 18 chilometri. Oggi ne descriveremo solo una parte lungo stradine e sentieri adatti a tutti, facili e percorsi anche dalle mountain bike oppure affrontato tutto di corsa da chi vuole allenarsi per mete più impegnative. Dalla strada Caino-Odolo, scendendo dal Colle di Sant’Eusebio, si va a sinistra a Binzago dove si parcheggia. Si entra tra le case e, nei pressi della chiesa, si devia a destra. Dopo una salita si continua a mezzacosta ad Est del Monte Valrelli e si raggiunge la chiesetta della Madonna delle Calchere. Si segue una semipianeggiante strada sul versante settentrionale del Monte Cler che sovrasta Agnosine. Si prende un sentiero a sinistra (frecce) che scende al torrente Bondaglio, lo scavalca raggiunge alcune case di Trebbio da dove si arriva alla provinciale Agnosine-Lumezzane. La si segue a sinistra per un centinaio di metri per poi infilare un sentiero che, nel bosco, raggiunge la frazione di Sant’Andrea. Si arriva alla chiesa e si prende a sinistra una stradina che risale le pendici del Moncaldo sino a quota 750 circa per proseguire a mezzacosta e scendere poi, lungo il crinale Sudest del Moncaldo, alla chiesetta di San Giorgio. Da qui si torna sulla strada provinciale dove è bene prestare attenzione alle auto visto che è necessario seguirla a destra sino alla deviazione per località Casale. Poi si segue una strada sterrata che sale sino ai pressi del Monte Gabbiole. Si lascia a destra una sterrata che conduce alla cima e si raggiunge il cancello di una villa. A sinistra si trova un sentiero che scende verso Agnosine; noi ci teniamo a destra della villa e prendiamo un sentiero che ne costeggia la recinzione e, dopo una ripida discesa nel bosco raggiunge un sentiero più marcato che si segue a sinistra. Si raggiunge il cancello di una villa e si prosegue su stradina con vari saliscendi lasciando a destra un sentiero che cala in val Bertone e si torna a Binzago.

Il prossimo itinerario sarà

pubblicato il 17 dicembre

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1