Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Zaino in spalla

26.07.2018

Cima Larici sull’altopiano
di Asiago: una emozionante
«seconda tappa»

Cima Dodici e Cima Portule
Cima Dodici e Cima Portule

Con la descrizione di giovedì scorso da Malga Larici eravamo saliti sino alla Porta Renzola. L'aspro valico tra l'Altopiano di Asiago e la Valsugana, posto sulla catena di Cima Dodici è detto anche Bocchetta Lanzoletta, dal nome di una malga posta sotto il valico, sul versante trentino. Alla nostra destra, lungo la dorsale (frecce) si snoda il sentiero che porta alla Cima Portule; alla nostra sinistra parte invece il sentiero per Cima Larici e Porta Masazzo. Seguiamo quest'ultimo che avanza poco sotto la dorsale spartiacque, sul versante di Asiago, e risale poi in cresta tra alberi e mughi. IL PERCORSO dopo un tratto ripido è semipianeggiante e, quasi senza accorgersene, si scavalca la pochissimo pronunciata sommità di Monte Erba. Una breve serie di saliscendi in mezzo a mughi e rada vegetazione e ci si ritrova sulla erbosa Cima Larici ad ammirare il magico panorama: verso Sud la catena del Monte Verena con le sue pareti rocciose; poi lo sguardo rincorre la Cima Vezzena, la Costalta, la Cima Dodici, la Cima Portule; sotto di noi, a settentrione, il profondo solco della Valsugana oltre la quale si innalza la lunga catena dei Lagorai con la sua interminabile sequenza di vette. A proposito del Monte Verena e del suo selvaggio bellissimo versante settentrionale che si staglia maestoso ai nostri occhi, non si può fare a meno di paragonarlo al suo versante meridionale dove gli impianti di risalita ed orrende costruzioni ne fanno uno dei posti più brutto dell'intero altopiano di Asiago; da evitare. Oltre Cima Larici si potrebbe scendere direttamente lungo una traccia erbosa per la sua dorsale Sud con scarse segnalazioni ed arrivare più velocemente a Malga Larici. Conviene però seguire ancora le segnalazioni biancorosse sullo spartiacque per calare poi velocemente alla Bocchetta Larici. Qui lasciamo a destra il sentiero (frecce) per Porta Marazzo e scendiamo decisamente il pendio alla nostra sinistra per un evidente sentiero che si fa strada tra boschetti e radure e scende al grande parcheggio nei pressi del Rifugio Malga Larici che offre servizio di ristorante e di alberghetto (telefono 042466383 e 3496834549; aperto sabato e i festivi tutto l'anno). Si continua sulla strada asfaltata e in pochi minuti si ritorna al parcheggio da dove eravamo partiti. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1