Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
Dalla Cima Est allo splendido lago:
il richiamo del Monte delle Scale

04.08.2016

Dalla Cima Est allo splendido lago:
il richiamo del Monte delle Scale

L’arrivo in cresta
L’arrivo in cresta

La scorsa settimana abbiamo raggiunto il Forte delle Scale addossato alla cresta dell'omonima montagna. Oggi continuiamo il percorso raggiungendo la Cima Est del Monte delle Scale detta anche Croce delle Scale e scenderemo passando per il piccolo e simpatico Lago della Scala.

Attraverso un cunicolo scavato dai soldati che hanno costruito il forte si arriva sul versante dei laghi di Cancano. Questo cunicolo ad inizio stagione può essere ostruito dalla neve. Qui un bivio con frecce: a sinistra si può salire sulla cima Ovest del Monte della Scale; diritti si scende al Lago della Scala; noi prendiamo a destra il sentiero che dapprima erboso e poi su ghiaie porta alla Cima Est ed alla grande croce bianca dedicata ai caduti di tutte le guerre ed ai morti sul lavoro durante la costruzione delle dighe di Cancano.

Lì accanto troviamo una targa in ricordo del Concilio Vaticano II ed una statua in bronzo raffigura un soldato. Tutt'attorno un incredibile panorama: Bormio, il Vallecetta, il nostro Corno Baitone, la Cima Piazzi, il Corno del Dosdè e la Val Viola, i Laghi di Cancano e di Fraele, il Monte Cornaccia, lo Sciumbraida, il Cristallo, la Val del Braulio, la dolomitica Cima Reit, il Monte Confinale con le sue lunghe creste, la Valfurva, il Pizzo Tresero, il bianco Monte Cevedale.

Tornati al bivio del forte inforchiamo a destra il comodo sentiero che scende sul versante settentrionale della montagna, accompagnati dalla vista dei due grandi laghi di Cancano e di San Giacomo. Si prosegue in un caratteristico canalone con qualche roccetta; si passa accanto ad una piccola madonnina e si arriva, a circa quota 2250, ad un bel poggio panoramico con alcune panchine. Si continua a zigzag in mezzo a mughetti sempre più fitti con vista sui laghi a fianco dei quali si stendono le Cime di Plater con le loro caratteristiche pieghe a strati deformate dalle immani forze dal centro della terra che spostano montagne e continenti E appare il piccolo Lago delle Scale. Lo si raggiunge e si piega a destra per un sentiero che si tiene alto sulla riva nordest. Si arriva così alla strada asfaltata all'altezza dello Chalet Hotel Villa Valania e si totna alle Torri di Fraele. Possibile anche, per evitare un tratto di strada, percorrere la riva sudest del lago.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1