Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
La Cima Quadra svela i suoi tesori
agli «irriducibili» delle ciaspole

24.12.2015

La Cima Quadra svela i suoi tesori
agli «irriducibili» delle ciaspole

Verso la vetta di  Cima Quadra
Verso la vetta di Cima Quadra

Cima Quadra: una delle molteplici mete che si possono raggiungere con le ciaspole nella incantevole alta Val Breguzzo, nella parte trentina del massiccio dell'Adamello. Una zona abbastanza frequentata anche nella stagione fredda grazie all'accogliente rifugio Trivena, ottimo punto d'appoggio, aperto anche in inverno. Cosiddetta per la lunga e semipianeggiante cresta sommitale che la fa apparire più che come un quadrato, un gigantesco trapezio, è un satellite della vicina e più elevata Cima Agosta. La «spedizione» va effettuata con condizioni di neve sicure. Dall'abitato di Breguzzo si prende per la Val Breguzzo. Dopo il Rifugio Pont'Arnò, ad un bivio, si va a destra sul fondovalle, generalmente sgombro dalla neve, fino al Ponte Pignone dove si parcheggia. Si prosegue a destra del torrente e a quota 1500 metri circa, si supera una slavina quasi sempre presente. Superato il Rifugio Trivena si attraversa subito il torrente portandosi alla destra di un evidente canalone: spesso pistato. Si sale senza percorso obbligato cercando di evitare i tratti dove la vegetazione è più invadente e spostandosi gradatamente a destra per arrivare ad un tratto meno ripido, alla destra della quota 2098 detta Corno del Fus. Qui si potrebbe arrivare anche con il percorso più lungo ma più agevole che passa dalla Conca del Redont. Da qui si punta verso il visibile Passo dei Legionari, largo valico tra la Val Breguzzo e la Val d’Arnò, non indicato sulle carte Igm. Con un ampio giro sui versanti orientali del Craper Vac e della Cima delle Valli (quota 2503: anch'essa solo fissata sulle carte Igm e Ctr) si guadagna gradatamente quota, si passa al di sotto delle rocce del versante settentrionale di Cima Agosta e si arriva poco sotto il Passo dei Legionari. Poco prima di arrivare al valico si piega a sinistra e si sale il largo ma ripido pendio occidentale di Cima Quadra. Il panorama si allarga ad ogni passo successivo. Si raggiunge finalmente la pianeggiante cresta sommitale e la si percorre sino a trovarsi al di sopra del profondo solco boscoso della Val Breguzzo. Chi non fosse ancora stanco, una volta tornato al Passo dei Legionari, può salire in circa 45 minuti a Cima Agosta, itinerario che descriveremo la prossima settimana. Si torna sul medesimo itinerario di salita.

Il prossimo itinerario sarà pubblicato il 31 dicembre

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1