Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
La Ferrata Crench regala emozioni
prima del belvedere di Punta Pelada

06.10.2016

La Ferrata Crench regala emozioni
prima del belvedere di Punta Pelada

Arrampicata lungo   la ferrata
Arrampicata lungo la ferrata

Si arriva sulla Punta Pelada anche se la ferrata è conosciuta come Ferrata Crench, dal nome della cima poco distante. L'hanno realizzata i volontari del Gruppo Sentieri Attrezzati Idro nel 2007 ed è una delle più divertenti delle nostre montagne. Buona roccia con pilastri dolomitici circondati dal bosco e vasti scorci dell'Eridio sono le caratteristiche del percorso, perfettamente attrezzato con cavi metallici. Si parte da via Preonde a Crone d'Idro parcheggiando sul lungolago. La stradina (frecce) porta ad una villa dove si piega a sinistra per un sentiero che, a mezzacosta nel bosco, supera una palestra di roccia e arriva in un quarto d'ora alla base della ferrata. Un breve traverso a destra e, subito, si sale su un impegnativo muro di circa 20 metri. Seguono altri salti di roccia un po' meno difficili e si arriva ad un panoramico poggio dove si può riposare. Un tratto di sentiero nel bosco e si prende a destra una cengia alla fine della quale si trova indicato un sentiero per il rientro di chi ne avesse già abbastanza delle difficoltà dell'itinerario. Si prosegue per un breve diedro appoggiato che porta alla base di un altro impegnativo muro dove si trova anche uno spit di sicurezza. Superato un tratto lievemente strapiombante si continua su rocce meno difficili arrivando ad una cengia che porta a destra ad una paretina con una staffa metallica. Bella da qui la vista sul Monte Croca di Perlè. Si sale sulla staffa; ci si porta ad un'altra cengia che piega a sinistra e sale obliqua ad un'altra paretina con due staffe. Superata la difficile paretina si continua per un aereo spigolo (forse il tratto più bello del percorso) che termina al cospetto dell'ennesimo salto di roccia. Qui oltre al cavo metallico si trova anche una catena messa apposta per facilitare la progressione che supera un tratto strapiombante. Una cengia a sinistra, un salto di roccia meno impegnativo, una cengia a destra, una piccola parete appoggiata e un facile tratto poi l'ultima cengia e l'ultima parete che obliqua a sinistra. Infine, per facili roccette, si arriva alla croce della vetta della Punta Pelada. Continuando sul crinale si scende ad una selletta dove si abbandona il sentiero che sale a Cima Crench (raggiungibile facoltativamente ma consigliabile in mezz'ora) per scendere a destra su un ripido sentiero che riporta alla palestra nei pressi dell'attacco della ferrata.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1