Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
La Santissima di Gussago per tutti
Al «colle rosa» tra vigneti e boschetti

11.01.2016

La Santissima di Gussago per tutti
Al «colle rosa» tra vigneti e boschetti

I prati della Santissima
I prati della Santissima

La Santissima di Gussago. Dal rudere appollaiato sulla cima del Colle Barbisone, detto «colle rosa» per il colore dei suoi calcari, si gode una magnifica vista: da un lato sulla pianura e sugli Appennini, dall’altro sul Monte Guglielmo e sul Monte Rosa. Una facilissima passeggiata per tutti, anche i bambini piccoli, entusiasmante quando la pianura è immersa nella nebbia e lassù splende il sole.

Si parte dall'ampio parcheggio del cimitero di Gussago. Si risale, a fianco della strada, per la pista ciclabile sino a una stradina sterrata che si stacca a destra e prosegue tra i vigneti, ai piedi del colle.

Si abbandona la stradina per prendere a sinistra un sentiero (freccia «percorso Santissima») che sale accanto a un vigneto e si infila nel bosco. Si risale zigzagando tra gli alberi; arrivati ad un bivio si tiene la destra e si spunta tra i vigneti poco distanti dall'edificio della Santissima, nel cui prato una fontana, panche e tavolini permettono piacevoli soste.

Da qui una stradina sterrata scende a una selletta (altra fontana e tabernacolo) nei pressi della Cascina Taglietto e prosegue asfaltata sino in centro di Gussago. Noi preferiamo però ritornare all'imbocco del sentiero percorso in salita e, invece di tornare da lì, seguire a sinistra il confine del bosco sino ad un marcato ed evidente sentiero. Lo si imbocca e si scende nel bosco; il sentiero diventa più sotto una stradina che arriva a una sterrata più larga

Ci si ritrova nuovamente sul Periplo della Santissima. Si segue a sinistra la stradina in leggera discesa sino ad un bivio dove si tiene la sinistra (pochi metri a destra c'è un gelso che in primavera è carico di gustosissime bacche).

Una risalita su un breve pendio erboso, una piccola discesa dopo la quale si tiene ancora la sinistra; si giunge ad un incrocio di stradine dove si prende una piccola viuzza (via Pinidolo) alla fine della quale si arriva in centro a Gussago 180 m circa. Si tiene la sinistra, si supera l'imbocco della strada asfaltata che porta alla Santissima e si supera un bar e una tabaccheria. Appena dopo una stretta via si stacca a sinistra; poco dopo la via è chiusa alle auto e si fa strada tra i prati; una lieve salita e una leggera discesa e si arriva sulla strada per Ronco (fontana).

Pochi minuti a sinistra e ci si ritrova di nuovo al punto di partenza. Prossimo itinerario il 13 gennaio

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1