Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
Monte Ponteranica «mozzafiato». Un panorama con vista sulla storia

06.11.2014

Monte Ponteranica «mozzafiato». Un panorama con vista sulla storia

In discesa dal Ponteranica
In discesa dal Ponteranica

Il Monte Ponteranica con le sue tre cime domina il paesaggio del passo di Cà San Marco, già antica via di comunicazione tra la Repubblica di Venezia e la Valtellina. Punto panoramico di prim'ordine è raggiungibile con una bella escursione che parte da poco sotto il Passo Cà San Marco.
Dal fondo della Val Brembana si sale verso il passo. Prima di arrivarvi si devia a sinistra per raggiungere la visibile Cantoniera dove di parcheggia.  Si prende un sentiero che tra due piloni scende brevemente e poi, con un lungo tratto a mezzacosta sulla sinistra idrografica della Valmora, si raggiunge la Piana dell'Acqua Nera. Le aspre creste del Monte Ponteranica e del suo satellite, il Monte Colombarolo, sembrano aspettarci svettando contro il cielo. Il sentiero si fa più ripido e, zigzagando, supera un gradone arrivando al Passo di Verrobbio dove, poco prima, si trova una costruzione che può servire da ricovero di emergenza. Qui si trovano un po' ovunque i vecchi trinceramenti militari della linea Cadorna, approntata nel corso della Grande Guerra in caso di un ipotetico sfondamento austriaco in alta Valtellina.
Il passo di Verrobbio è un crocevia di sentieri: dirirri si prosegue verso il laghi di Pescegallo; a destra un ripido sentiero porta al Monte Verrobbio. Noi ci teniamo sullo spartiacque su una traccia (nessuna segnalazione) tra trincee e vecchi camminamenti. Ci si sposta poi verso sinistra seguendo una esile traccia tra erba, pozze e rocce affioranti sino alla base del costolone Sud del Monte Colombarolo. Lo si risale ove più agevole (ometti) in un ambiente selvaggio. A circa quota 2250 si incontra una marcata traccia che si sposta sul versante valtellinese. La si segue a mezzacosta per poi risalire un pendio erboso e ghiaiosi sino alla cresta che unisce il Monte Colombarolo al Monte Ponteranica.
Una breve deviazione a sinistra (nordest) e, su una traccia erbosa, si sale al Monte Colombarolo. Si torna indietro e si segue, su una traccia di sentiero, la cresta in direzione ovest-sudovest. Una serie di saliscendi; si scende ad una sella e si risale, sempre per la cresta, alla vetta del Monte Ponteranica Orientale. Particolarmente suggestive le conformazioni rocciose che si ergono caotiche a nord della vetta. Vastissimo il panorama che offre la vista della lunga catena di cime e passi che dividono l'Italia dalla Svizzera. Per il ritorno si segue a ritroso il percorso di salita.
ITINERARIO: Cantoniere Cà San Marco 1830 metri; Piana dell'Acqua Nera; Passo di Verrobbio 2026m (ore 1); Monte Colombarolo 2309 metri  (ore 2); Monte Ponteranica 2378 metri  (ore 2.30)
CARTE TOPOGRAFICHE: Carte Igm in scala 1:50.000, foglio Morbegno.
NOTIZIE UTILI:  Dislivello: 548 metri di quota. Difficoltà: escursionistiche sino al Passo Verrobbio, poi per escursionisti esperti. Ad inizio stagione, in caso di neve dura, la salita al Colombarolo può richiedere l'impiego  di ramponi Segnavia: biancorosso sino al passo; poi qualche ometto di pietra.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1