Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
Panorami mozzafiato sul Bernina
affacciati dal balcone del Piz d'Olda

24.09.2015

Panorami mozzafiato sul Bernina
affacciati dal balcone del Piz d'Olda

L'Adamello dal  Piz d'Olda
L'Adamello dal Piz d'Olda

Continuiamo la descrizione della suggestiva salita al Piz d'Olda. La settimana scorsa avevamo raggiunto la Malga Olda di Berzo la cui posizione (e la quota) non è univoca sulle diverse carte: noi teniamo per buona la quota indicata dalla Igm che corrisponde anche a quella delle Carte Tecniche Regionali. Altre carte la confondono con la costruzione che la carta Igmnon nomina ma quota a 1659 metri, poco più a nordnordest. Si attraversa la Val Vandular e si prosegue in direzione nordest sino a raggiungere la cresta nordnordovest del Piz d'Olda. Sotto di noi il profondo solco della Val Malga ricoperto di boschi dove all'inizio dell'autunno i faggi cominciano ad indossare il loro abito più colorato. Boschi al di sopra dei quali si ergono maestose le vette del sottogruppo del Baitone. Verso occidente si scorgono le montagne della Valtellina e i ghiacciai del Bernina che segnano il confine con la Svizzera. Su questa cresta corre anche il confine  di Sonico e  Berzo Demo. Si prosegue lungo il panoramico crinale mentre ad ogni passo si notano nuove montagne. Più su il cammino si fa più aspro. Profondi canaloni partono alla nostra sinistra incidendo il versante settentrionale del Piz d'Olda e perdendosi nei fitti boschi della Val Malga.  Si percorre l'ultimo tratto di cresta detto Costa Silla e si raggiunge  la vetta del Piz d'Olda. Alcuni non la considerano  una montagna ma come una spalla del vicino più elevato Pian della Regina ma basta guardarsi attorno per capire che si tratta di un luogo dai panorami fantastici. Ecco le Orobie tra cui primeggia la Concarena; i monti Serottini e il Mortirolo; poi il Bernina da un lato e le Prealpi Bresciane dall'altro. Ma sono le vicine cime adamelline ad affascinarci più di tutto: il Baitone, la Cima Plem, la piramide dell'Adamello e il Corno Miller, il Monte Fumo. La nostra escursione terminerebbe qui ma è consigliabile, percorrere la cresta est del Piz scendendo al Passo d'Olda e risalendo dall'altro lato salire alla vetta del Pian della Regina dove sorge una grossa croce. Tempo tra andata e ritorno poco meno di un'ora. Si torna lungo il medesimo percorso di salita. In alternativa è possibile dal Piz d'Olda scendere lungo la cresta ovest, Superare il Dosso Paret, raggiungere Malga Andovaia e rientrare a Loa.COPYRIGHTIl prossimo itinerario sarà pubblicato il primo ottobre

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1