Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Zaino in spalla

28.12.2017

Sulla cresta del Muffetto con le ciaspole
con lo sguardo incantato al Monte Rosa

  Sulla cresta del Muffetto
Sulla cresta del Muffetto

Una bella ciaspolata sulle montagne di Montecampione che parte dal parcheggio per proseguire lontano dal caos degli impianti di risalita e che supera, una dopo l'altra, quattro cime sulle creste che separano la Valtrompia dalla Valcamonica. Da Pian Camuno si sale a Plan di Montecampione e si lascia l'auto nel parcheggio degli impianti di risalita. Si sale sulla destra raggiungendo la cresta ovest del Monte Muffetto. Accompagnati da un panorama che va dagli Appennini al Monte Rosa, dal Sebino alle montagne del Garda, si segue la cresta con alcuni tratti ripidi sino alla croce della vetta, punto più alto della escursione. Dalla cima si scende verso nordest, si supera una anticima del Muffetto di quota 2009 e si arriva ad una sella 1900 metri circa. Da qui chi fosse già stanco può scendere a sinistra nella conca e risalire brevemente alla Stanga del Bassinale da dove si torna al punto di partenza. Proseguendo lungo la cresta si riprende a salire, si supera un dosso e si scende ad un altra sella con suggestiva vista sulle pareti rocciose che sostengono i Corni di Regoia e il Corno di Mura: si riprende a salire e si raggiunge la poco pronunciata sommità di quest'ultimo mentre in fondo alla Conca del Bassinale si individua la spianata innevata che ospita il Lago Rondeneto ai piedi del Dosso Sparviero. Si supera la tondeggiante cupola sommitale della Cima Torricella e si scende all'ennesima sella innevata (quota 1980) da dove in breve si risale alla nostra quarta cima, il Monte Rosello. Si torna alla sella 1980 da dove per il ritorno ci sono due possibilità. Una è ripercorrere a ritroso la cresta sino al Monte Muffetto e a Plan. L'altra possibilità è una simpatica variante. Dalla sella si abbandona la cresta e si scende a nordovest con attenzione nel largo e non troppo ripido canalone tenendosi sulla sinistra. Giunti nella sottostante conca si incontra generalmente una evidente traccia nella neve che si segue a sinistra. Se non c'è la traccia, arrivati a circa quota 1820, piegare a sinistra. Si percorre la base del Corno Torricella e del Corno di Mura superando Malga Rondeneto e si risale brevemente alla Stanga del Bassinale, valico tra il Monte Muffetto e il Dosso Beccheria del Bassinale. Tenendoci ai margini delle piste da sci scendiamo verso Plan di Montecampione sino al parcheggio. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1