Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 ottobre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Week End

scegli sezione
Sulle affascinanti creste dei Sarentini
verso il Radlesee, piccolo lago gelato

28.04.2016

Sulle affascinanti creste dei Sarentini
verso il Radlesee, piccolo lago gelato

Sulla vetta del Leiterspitze
Sulla vetta del Leiterspitze

Bella escursione nel cuore dei Monti Sarentini lungo la parte meridionale di quella lunga panoramica dorsale che divide la valle principale (Sarntal) dalla Valdurna. Meta due vette vicine, quasi gemelle, la Radelspitze (Cima Rodella, più elevata) e la Leiterspitze (Punta della Costa).

Da Sarentino si va a Campolasta e si prende a destra la strada della Valdurna. Si devia a sinistra la strada per l'agriturismo Messnerhof dove si parcheggia. È possibile anche pernottare (0471 625176). Qui si trova anche la simpatica chiesetta di San Valentino nei pressi della quale parte un sentiero (frecce per Leiterspitz) che sale nel ripido bosco. Si cammina tra gli odori delle resine e si incrocia più volte la strada forestale arrivando all’ampia radura chiamata Auf der Katz. Si prosegue ancora in parte su sentiero e in parte su strada sino alla Gentersbergalm dove d'estate funziona anche un servizio di ristoro.

Comincia qui la parte più bella e suggestiva del percorso. I boschi li abbiamo lasciati in basso e lo sguardo vaga curioso in mezzo a decine e decine di montagne e creste che si inseguono le une con le altre. Si passa a destra della malga e si punta alla base della dorsale sud della Leiterspitze mentre appaiono in tutta la loro bellezza le Dolomiti di Brenta, i gruppi Adamello-Presanella e Ortles, il Sassolungo, il Sassopiatto. Si raggiunge la croce che troneggia sulla vetta della Leiterspitze.

Molti considerano chiusa qui l'escursione ma, già che ci siamo, conviene salire anche sulla Radelspitze e magari raggiungere il piccolo laghetto di orgine glaciale ai suoi piedi, il Radlesee. Dalla Leiterspitze si prosegue tra erba e affioramenti rocciosi sulla panoramica cresta che continua verso Nord, scendendo per qualche decina di metri a una sella (Leiterspitzjochl) da cui con alcuni saliscendi si raggiunge un'altra sella e poi la quota 2403, un’anticima della Radelspitze. La cresta piega verso Est: ancora una breve discesa a una sella con una bella vista sul Radlesee e, per un canalino, si raggiunge la Radelspitze.

Si torna sul medesimo percorso. In alternativa si può scendere al Radlesee e, sempre su sentieri segnalati, percorrere il versante occidentale della Radelspitze e della Leiterspitze, raggiungere una strada forestale e tornare alla Gentersbergalm.

Il prossimo itinerario sarà

pubblicato il 5 maggio

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1