Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
20 settembre 2018

Interviste

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

06.04.2018

Interviste

«Io e Caracciolo?
Di sicuro avremmo
fatto sfracelli»

Andrea Caracciolo, 36 anni, e Dario Hubner, 50 FOTOLIVE
Andrea Caracciolo, 36 anni, e Dario Hubner, 50 FOTOLIVE

Insieme avrebbero potuto ispirare i fratelli Grimm a scrivere una fiaba per bambini. I tifosi più grandi si sarebbero lustrati gli occhi nel vederli danzare insieme al Rigamonti nelle aree di rigore avversarie. Il Bisonte e l’Airone, Dario Hubner e Andrea Caracciolo. Il passato e il presente (il futuro chissà...) di una storia a tinte biancazzurre caratterizzata da 246 gol segnati solo in campionato.

Dario Hubner, due attaccanti come lei e Caracciolo avrebbero potuto coesistere in campo?

«Sì, senza dubbio. Anche perché siamo due attaccanti diversi. A me piaceva girare intorno al centravanti e Caracciolo sarebbe stato un ottimo punto di riferimento. Peccato che non ce ne sia mai stata l’occasione: forse anche il pubblico bresciano si sarebbe divertito».

Il futuro del Brescia è legato alla salvezza, obiettivo ancora da raggiungere. Qual è il ruolo che può ricoprire Caracciolo?

«Fondamentale, perché la salvezza del Brescia passa senza dubbio dai suoi gol e dalla sua esperienza. L’unica speranza è quella di non dover soffrire fino all’ultimo secondo come lo scorso anno. Ricordo ancora la gara del Rigamonti contro il Trapani: in tribuna ho sofferto tantissimo e posso solo immaginare i giocatori in campo. Alla fine è andata bene».

Sul potenziale rinnovo del contratto di Caracciolo cosa ne pensa?

«Credo che Andrea faccia parte della storia del Brescia e meriti di poter giocare ancora con questi colori. Lo ritengo un ragazzo molto intelligente: è convinto di poter dare ancora molto e questa è una garanzia importante per vederlo ancora con la maglia del Brescia. E poi ha dalla sua una grande esperienza, un amore corrisposto con tifosi e piazza: sarebbe importante una figura come lui nello spogliatoio».

A cosa deve pensare Caracciolo in questo momento?

«A finire il campionato nel migliore dei modi, continuando a parlare il linguaggio del gol, quello che lo ha contraddistinto da sempre. È un bomber che garantisce la doppia cifra e che avrà modo di segnare ancora gol pesanti per la salvezza».

Si ricorda il primo incrocio in campo con Caracciolo? Brescia-Piacenza 2-2, era il 3 marzo 2002: lei segnò un gol da avversario, l’Airone i primi in serie A con il Brescia...

«Restai particolarmente colpito dal suo modo di giocare già in quella partita. Si parlava già molto bene di questo ragazzo e in campo ebbe modo di dimostrare tutto il suo valore. Da lì cominciò a segnare gol a raffica per il Brescia, diventando una bandiera e un vero e proprio idolo per i tifosi».

È un messaggio in codice per il presidente Cellino?

«No, ci mancherebbe. Il mio non è un consiglio ma solo una constatazione. Credo che questo Caracciolo al Brescia potrebbe essere ancora utile. E che forse meriterebbe un po’ di riconoscenza per quanto fatto. Dall’altra parte c’è però un presidente come Cellino che a sua volta può vantare una grande esperienza nel suo ruolo e che credo farà le valutazioni più giuste per il bene del Brescia».

E per un eventuale ritorno di Dario Hubner al Brescia?

«Non direi di no. Tutti sanno che Brescia occupa un posto speciale nel mio cuore, perché mi sento bresciano. Da qualche anno ho intrapreso la carriera di allenatore: se dovessi ricevere una chiamata la risposta sarebbe scontata».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il nuovo portiere del Brescia finora non è stato impeccabile: cosa ne pensi?
ok

Sondaggio

Quanto vale il nuovo Brescia?
ok

Il Racconto di Ferragosto

Sondaggio

La favola di Andrea Caracciolo al Brescia è finita?
ok

Sport

Cultura

Spettacoli