Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 ottobre 2017

Interviste

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.09.2017

Interviste

«Le voci sul tecnico
non ci distraggono:
siamo tutti con lui»

Michele Somma, 22 anni, difensore del Brescia [FOTOGRAFO]FOTOLIVE
Michele Somma, 22 anni, difensore del Brescia [FOTOGRAFO]FOTOLIVE

Michele Somma guarda al futuro con fiducia Messi alle spalle due anni dolorosi, trascorsi ai margini per gli infortuni a entrambe le ginocchia, il centrale romano para le critiche alla squadra e fa scudo attorno a Roberto Boscaglia.

Somma, la sua storia recente assomiglia molto a quella vissuta ora da Milik del Napoli. Quanto un doppio infortunio fortifica il carattere?

Perdere due anni per due operazioni non è facile. Quando ti succedono queste cose, vedi tutto nero. La forza di volontà è tutto: se superi anche il secondo significa che sei maturato.

Parlando di campo: troppe critiche per i risultati?

Nel calcio i risultati sono condizionati dagli episodi. Alcuni di essi hanno giocato a nostro favore, altri meno. Nel complesso credo che stiamo facendo il massimo.

Riavvolgendo il film delle prime gare, c’è rimpianto per i punti per strada?

In ogni partita abbiamo commesso e potevamo dire la nostra conquistando il massimo del bottino.

Da un punto di vista personale quanto incide giocare al fianco di giocatori come Meccariello e Gastaldello?

Nel reparto arretrato siamo tutti ottimi calciatori. Ascoltare compagni di simile esperienza è un valore aggiunto per crescere.

Da difesa impenetrabile nelle prime giornate ai due gol incassati sabato con il Foggia: cosa è successo?

Questione di episodi. Nelle poche occasioni da gol create il Foggia ha ottenuto il massimo al contrario nostro. Dobbiamo imparare a sbagliare il meno possibile in attacco come in difesa.

Come vive lo spogliatoio il malumore del presidente Cellino nei confronti del tecnico Boscaglia?

Noi dobbiamo pensare al campo e allenarci con la giusta mentalità. Quello che circola al di fuori del nostro ambiente non deve intaccare la nostra mentalità e modificare i nostri pensieri nei confronti dell’allenatore: siamo tutti con lui.

Riuscite a non farvi distrarre dalle voci di un possibile cambio di guida tecnica?

È necessario isolarsi per non perdere di vista l’obiettivo dei risultati da conquistare Ripeto: tutta la squadra crede e segue l'allenatore.

A fronte dei numerosi acquisti cosa è cambiato nel suo modo di approcciarsi al gruppo?

Per me nulla. Ogni giocatore ha la sua personalità e determina qualcosa all’interno di una squadra. Le responsabilità si prendono a prescindere dall’età di un giocatore.

Sabato il Perugia: è il test più importante di inizio stagione?

Il Perugia è in un momento di forma fisica e mentale ottimale. Sarà un avversario duro come tutte le squadre del campionato. Noi dobbiamo entrare in campo con la mentalità giusta.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Brescia ha richiamato Boscaglia: tu chi avresti scelto?
ok

Sport

Cultura