Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 dicembre 2017

Redazionali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

26.07.2017

Il libro bianco
che riforma
il gaming

A cura di Publiadige

Il libro bianco che riforma il gaming
Il libro bianco che riforma il gaming

“Legge sui Giochi”, singolo ed unico atto legislativo del Parlamento che avrebbe come obiettivo principale quello di abrogare tutta la legislazione esistente ed abbinarla alla legislazione sussidiaria che copre le principali aree di regolamentazione e ad una serie di linee guida dell'Autorità come unico regolatore nel settore ludico: la Malta Gaming Authority (Mga) ha pubblicato il “Libro Bianco” che propone riforme importanti nei casino online e nel Gaming Legal Framework del Paese. Questo quadro normativo che è stato proposto, consente a Mga di essere più svelta nei processi decisionali e di ridurre inutili oneri normativi che, certamente, non favoriscono gli obbiettivi di organizzazione del settore, ma nello stesso tempo va a rafforzare la vigilanza concentrando gli sforzi del regolatore su quegli argomenti o su quelle aree che presentano un profilo di rischio più elevato. Altra cosa importantissima che investe la proposta di riforma, è il miglioramento delle norme di tutela dei consumatori, le misure relative al gioco responsabile, un approccio basato sui rischi per la regolamentazione e le competenze più ampie per Mga. Senza dimenticare che si stabiliscono anche standard orientati allo scopo di suggerire ed incoraggiare lo sviluppo e l'innovazione.

L'insieme di queste proposte viene sostenuto da una serie di iniziative che sono state intraprese durante il periodo “preparatorio” della revisione: consultazioni pubbliche, studi tecnici e valutazioni di impatto economico-finanziario che riflettono la grande e profonda esperienza che Mga ha acquisito negli anni di regolamentazione del settore.

I principali punti di forza delle modifiche previste riguardano la sostituzione dell'attuale sistema multi licenza con un sistema in cui ne saranno previsti due tipi diversi: una Business-to-Consumer (B2C) ed una Business-Business (B2B); un approccio normativo basato su obbiettivi, piuttosto che eccessivamente prescrittivo, per consentire l'innovazione, pur mantenendo gli obbiettivi normativi; ampliare l'ambito normativo per consentire a Mga una migliore sorveglianza e consentire gli interventi qualora necessari relativamente anche agli obbiettivi per la lotta al riciclaggio di danaro ed al finanziamento del terrorismo.

Suddividere il ruolo del funzionario, ruolo chiave assolutamente, in varie funzioni nell'ambito della licenza che richiede l'approvazione, per i controlli mirati di vigilanza, aumentando il divieto di responsabilità in una operazione di gioco; rafforzare l'insieme di protezione del giocatore formalizzando il ruolo di mediatore dell'unità di supporto dei giocatori di Mga, garantendo una data-base di autoesclusione unificato in entrambi i canali di distribuzione, sia remoti che terrestri; introdurre processi nuovi e più efficaci per la giustizia penale ed amministrativa, compresa l'assegnazione di ricorsi da decisioni dell'Autorità al Tribunale di revisione amministrativa e l'introduzione di una distinzione tra reati amministrativi e quelli penali:

Introduzione del concetto di amministrazione per proteggere una operazione in difficoltà ed assistere l'eliminazione, se necessario, di una operazione proteggendo i posti di lavoro ed i fondi dei giocatori; passare alla segnalazione automatizzata, facilitare l'adesione agli obblighi normativi e rafforzare la vigilanza dell'Autorità; rafforzare il ruolo dell'Autorità nella lotta contro la manipolazione delle competizioni sportive introducendo nuovi obblighi per gli operatori per controllare le scommesse e segnalare quelle sospette in linea con gli sforzi messi in campo dalla Task Force Nazionale Anticorruzione; facilitare la fiscalità in un unico flusso suddiviso in due livelli principali; esclusione dei licenziatari B2B dalla tassa sui giochi, aumentando così la competitività di Malta come centro per questi fornitori di servizi.

Ci sarà da imparare qualcosa da Malta? Mai dire mai: bisogna essere umili ed in questo settore cercare di assimilare il più possibile le positività che gli altri trovano nel gioco, mentre il nostro Paese decisamente no.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Autostrada della Valtrompia: opera strategica o spesa inutile?
ok

Sondaggio

Dal primo gennaio 2018 anche in Italia sarà possibile mangiare insetti: cosa ne pensi?
ok

Sport

Spettacoli