Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 ottobre 2018

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Stazione "Ospedale"

02.01.2013

Dalla galleria profonda si arriva all'Ospedale

30_14_bso_f1_264.jpg
30_14_bso_f1_264.jpg

A Torino è stato il recente prolungamento fino alle Molinette a decretare un successo oltre ogni aspettativa alla metropolitana. Se la cosa si ripeterà anche a Brescia, la stazione Ospedale sarà una delle più frequentate e strategiche di tutta la linea. È la prima in galleria profonda a partire dal capolinea del Prealpino, quinta lungo il percorso dopo le quattro in trincea coperta della tratta nord. Quando la «Talpa» c'è arrivata lasciandosi dietro la sua galleria, nel febbraio del 2009, stava già salendo verso la superficie, per questo la stazione si trova a «soli» 17 metri di profondità. La grande macchina Tbm (Tunnel boring machine), tornerà a rivedere la luce un mese dopo e un paio di centinaia di metri più a nord.
La stazione Ospedale non ha compiti di interscambio, come nessun'altra fino alla Poliambulanza. Deve invece portare i bresciani al loro ospedale Civile, togliendogli la fatica (e l'onere) di trovare un parcheggio per l'auto, che soprattutto per chi viene da fuori città e deve assistere parenti con problemi seri ha un costo non indifferente. In attesa di poter salire sui treni, però, la stazione ha già portato con sé una completa rivisitazione della viabilità davanti all'ingresso «storico» del massimo ospedale cittadino. Al centro c'è una grande rotatoria che fluidifica il traffico da e per viale Europa. Sul lato nord, dove prima c'era il parcheggio lungo il muro di cinta del Civile, si allunga la piazza della stazione, bella e moderna. I pedoni non devono più far gimcane tra le auto ma hanno i loro percorso comodi e protetti. Recarsi in visita a un parente o un amico, sarà tutta un'altra storia.

Mimmo Varone
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1