Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 novembre 2018

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Leonessa

12.06.2018

Franchi tiratori
anche di se stessi

La Leonessa
La Leonessa

La sfida delle preferenze è da sempre la partita nella partita delle elezioni. In certi casi la più sentita. Perché i voti conquistati da ogni singolo candidato pesano, valgono, si contano. In assoluto e in proporzione. Tanti a me, tanti (meglio se pochi) a te. Oltre la soglia minima scatta l’elezione, oltre l’ordinario la richiesta di un assessorato, oltre il bottino dei vicini di lista un futuro ruolo da leader o capocorrente. Certo, il successo di squadra è l’obiettivo comune, ma senza il successo personale per molti resta una vittoria di Pirro. Per questo in campagna tanti corrono più contro i propri amici che contro i nemici. Ciò che sorprende più di tutto, però, è il risultato di chi chiude la sfida elettorale a quota zero: fra i 534 candidati a una poltrona a Palazzo Loggia ben 57 non hanno ottenuto neppure una preferenza. Nonsi sono votati nemmeno loro! Affondati dal fuoco amico o franchi tiratori di se stessi?

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1