Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 novembre 2018

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Leonessa

16.05.2018

La plastica obbligatoria
in un mondo di paure

La Leonessa
La Leonessa

Pare che sia in onore e per merito di quei quattro balordi che il 3 giugno del 2017 provocarono 1.526 feriti e un morto in piazza San Carlo a Torino, se alla Fiera di Polpenazze si potranno utilizzare solo bicchieri di plastica. Nella calca di 30 mila persone in fuga dal maxischermo, in quella notte poco magica della finale di Champions, su quel tappeto di vetri rotti e insanguinati, nel supplizio del popolo juventino sconfitto e trafitto, andò in cocci non solo qualche centinaio di Peroni svaporate: andò in cocci una civiltà. Da quella sera in Italia il vetro è tabù negli «eventi di massa»: hanno vinto la paura e la plastica, hanno perso il vetro e l'ecologia. Anche a Polpenazze, su ordine del Prefetto, la Fiera ha dovuto inchinarsi alla legge: per limitare il danno ha adottato una plastica riutilizzabile, non «usa e getta». Ma l'obbligo di plastica per decreto ci riporta indietro. Più indietro di quella sera a Torino.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1