Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 ottobre 2017

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Rifiuti: le regole

04.03.2016

Kit e tessere,
lunedì scatta
la distribuzione

Fulvio Roncari, presidente di A2A Ambiente, mostra come aprire la calotta con la tessera FOTOLIVE
Fulvio Roncari, presidente di A2A Ambiente, mostra come aprire la calotta con la tessera FOTOLIVE

La grande macchina del sistema misto scalda i motori. Lunedì scatta la distribuzione dei kit per la raccolta differenziata e nella tensostruttura da 750 metri quadrati di via Bissolati è tutto pronto. Quando si entra da una delle porte d’ingresso ci si trova davanti a nove postazioni molto simili ai check in di un aeroporto. Con la differenza che lì bisogna mettersi in coda, qui si va davanti a uno schermo touchscreen, si ritira un ticket e si aspetta di essere chiamati comodamente seduti sulle centinaia di sedie messe a disposizione.

Le opzioni di prenotazione possibili sono utenza domestica e non domestica, ufficio tariffe per chi vuole farsi spiegare quanto pagherà, disabili e donne in gravidanza per la corsia preferenziale, help desk per chi ha bisogno di spiegazioni aggiuntive o ha dati non completi.

L’IMMAGINE dell’aeroporto è evocata dall’assessore all’Ambiente Gianluigi Fondra, che ieri pomeriggio ha spiegato il funzionamento della «macchina», insieme al sindaco Emilio Del Bono, al presidente di A2A Giovanni Valotti e all’amministratore delegato Valerio Camerano, al presidente di A2A Ambiente Fulvio Roncari. Ed è un’immagine azzeccata. Il kit con due bidoncini (blu per la plastica e verde per vetro e lattine), quello aerato per l’organico, i sacchi per la plastica e quelli biocompostabili per l’organico, vengono ritirati da un piano ribassato per maggiore comodità, simile a quello per la consegna delle valige al check in. Intanto il tecnico dà tutte le spiegazioni del caso. Insieme al kit viene consegnata una guida informativa con il calendario di raccolta e la tessera personale (a ogni maggiorenne del nucleo familiare) per aprire le calotte. Alla consegna, la tessera viene abbinata ai bidoncini e all’utente attraverso il lettore a barre sui contenitori e sul modulo ricevuto a casa, che bisogna portare con sé per il ritiro. Una prova del funzionamento delle calotte si può fare nella tensostruttura stessa. Sono di tipo diverso per l’organico e l’indifferenziato, ma il funzionamento è identico. Si schiaccia un tasto, si passa la tessera sul lettore e la calotta si apre. È necessario solo compiere le due operazioni nell’ordine.

Per chiudere si usa la leva.

Il grande tendone resterà aperto fino al 31 marzo con orario continuato dalle 9 alle 19 con 30 persone al lavoro per distribuire circa mille kit al giorno. Dietro le nove postazioni ne sono già stivati tremila per i primi tre giorni. Attenzione, tutti i residenti nella zona gialla che parte per prima dovranno ritirare il kit, anche quelli che abitano in un condominio con oltre 15 unità abitative. Poiché gli amministratori condominiali potranno riunire le assemblee solo all’ultimo momento la Loggia ha deciso che tutti avranno i bidoncini monofamiliari, che verranno ritirati al momento della consegna di quelli condominiali.

È POSSIBILE delegare il ritiro a un incaricato fornendogli il modulo compilato e un documento d’identità. I giorni dal 7 al 9 sono riservati ai residenti di Buffalora, Caionvico e Sant’Eufemia. Il 10, 11 e 14 a Porta Venezia, il 12 a Buffalora, Caionvico, Sant’Eufemia e Porta Venezia. Dal 15 al 19 ritireranno il kit quelli di San Polo Cimabue, Sanpolino, San Polo Case e San Polo Parco. Il 21 tocca ancora a Buffalora, il 22 e 23 a San Polo Cimabue, il 24 e 25 a Porta Venezia, il 26 a Sant’Eufemia, il 29 e 30 a San Polo Case, il 30 anche a Caionvico e il 31 a Sanpolino. Anziani e disabili potranno ritirare il kit in uno dei punti periferici di distribuzione nei giorni stabiliti. Il 21 marzo nella palestra delle elementari Bellini di Buffalora, il 22 e 23 alla scuola di Santa Maria Bambina di San Polo Cimabue, il 24 e il 25 alla media Carducci di viale Piave, il 26 al museo Mille Miglia di Sant’Eufemia, il 29 e 30 alla scuola Calvino di San Polo Case, il 30 alla palestra Molinari di Caionvico e il 31 alla Casa delle associazioni di San Polo Cimabue.

I RITARDATARI, una volta terminata la distribuzione per la propria zona potranno recarsi alla sede di A2A Ambiente (Aprica) di via Codignole, al punto assistenza di via Lamarmora 230 e allo sportello di corso Bazoli 7 a Sanpolino. Le utenze non domestiche, invece, potranno ritirare il kit solo alla tensostruttura di via Bissolati. Per i rifiuti pericolosi e ingombranti ci sono cinque isole ecologiche, in via Metastasio (Fiumicello), Codignole (A2A Ambiente), Gatti e Giotto (San Polo Nuovo) e Chiappa (Buffalora). Presto ne saranno aperte altre due e Fondra sottolinea che «Brescia sarà l’unica città ad averne sette».

Mimmo Varone
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1