Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
13 dicembre 2017

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Terremoti: cosa fare

04.03.2016

Piano di emergenza
della Protezione Civile
Guida al cittadino

Protezione Civile
Protezione Civile

La “Guida al cittadino per l’utilizzo del piano di emergenza della Protezione civile”, rivolta a tutti i cittadini, sarà illustrata alla cittadinanza nel corso di appositi incontri nelle sedi dei Consigli di Quartiere e nelle scuole cittadine. L’iniziativa sarà realizzata grazie alla partecipazione e all’ausilio dei volontari dei diversi gruppi di Protezione civile che operano in città. Nella Guida riveste una particolare importanza il rapporto tra l’amministrazione e i suoi cittadini, soprattutto nelle fasi dell’emergenza. Per questo vengono indicati numeri di telefono, modi di comportamento durante le calamità e il ruolo di coordinamento e di regia che prevede la presenza di più interlocutori in collaborazione tra loro: il volontario, che rappresenta il cuore pulsante durante i momenti più difficili, le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, il Comune e i cittadini. Come comportarsi in caso di calamità? Quali sono i piani di protezione civile del Comune? Come funziona la “macchina” e da chi è composta? A questi interrogativi sarà data risposta negli incontri che verranno proposti ai cittadini. Si tratta di un’iniziativa importante, a stretto contatto con la popolazione, necessaria per spiegare l'importanza della prevenzione e dell’autoprotezione. L’informazione ai cittadini, che rappresentano una componente del “sistema di Protezione civile”, costituisce un passaggio imprescindibile in questo settore. La Protezione civile rappresenta un punto di riferimento, innanzitutto sul fronte della prevenzione, perché conoscere i rischi del territorio in cui si vive e predisporre le azioni migliori per prevenirli consente di limitare danni maggiori in caso di calamità. In questo senso negli ultimi due anni il Comune di Brescia ha operato affinché il ruolo della Protezione civile possa essere interpretato nel migliore dei modi durante le situazioni di difficoltà partendo dal principio dell’importanza dell’autoprotezione. Sulla base di questa impostazione sono state realizzate diverse iniziative in tema di protezione civile come, ad esempio, lo studio di micro zonazione sismica del territorio cittadino, consegnato nei giorni scorsi alla Regione e al Dipartimento Nazionale. Un’altra azione realizzata in questo ambito è l’analisi della condizione limite di emergenza, avviata nei mesi scorsi, che consentirà di realizzare un corridoio di sicurezza per collegare le aree di accoglienza della popolazione con le aree di ammassamento dei soccorritori e gli edifici strategici quali gli ospedali, le sedi di polizia e le sedi istituzionali, in caso di grande calamità. Sono state stipulate, inoltre, apposite convenzioni con associazioni di volontariato per la prevenzione dei rischi naturali. Infine sono state organizzate diverse iniziative di sensibilizzazione verso i rischi, rivolte alla cittadinanza, quali la campagna “Io non rischio” e le esercitazioni presso aziende locali per il rischio industriale e idrogeologico.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1