20 febbraio 2019

Cultura

Chiudi

06.10.2018

Carofiglio, attacco ai social: «Pieni di sdegno e rancore»

Gianrico Carofiglio in Loggia
Gianrico Carofiglio in Loggia

Per dirla con Gramsci, «odia gli indifferenti». Dal dovere di «non sentirsi a proprio agio nemmeno a casa propria», forma più alta di moralità secondo Adorno, è nato, «prima delle idi di marzo», il libro di Gianrico Carofiglio «Con i piedi nel fango», presentato dall’autore nell’ambito di Librixia, con la partecipazione del sindaco Emilio Del Bono, in un salone Vanvitelliano stracolmo, chiuso dai vigili un’ora prima. Chiudersi nel particulare è una malattia: se non si vota si sostiene il vincente, se non si crede nella buona politica, anche scegliendo solo il meno lontano dai nostri desideri, si passa da cittadini a sudditi, ha spiegato lo scrittore, a Brescia per la terza volta in un anno, con la sua carica di civismo, di ironia, di forza controcorrente. «I social sono pieni di sdegno e di rancore senza prospettiva, pratica tossica dei sudditi. Diversa è l’indignazione che non accetta l’ingiustizia e la sopraffazione, che prende atto di una situazione e contro quella si chiede come agire. Ciascuno di noi ha il dovere di fare la sua parte, anche i politici perché l’Aventino non ha mai fatto bene a nessuno», ha sottolineato. Da ex magistrato, ex parlamentare, ora scrittore Carofiglio ha messo al centro la parola che accomuna nella stessa responsabilità le professioni, «impeccabile, vera, non strumento di manipolazione». Anche nella narrativa, nei gialli come quelli per cui è diventato famoso, per lui esiste la verità, che non sta nel realmente accaduto ma nelle emozioni, nei pensieri, nei conflitti di coscienza. •

Magda Biglia
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok