Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 ottobre 2017

Cultura

Chiudi

05.05.2017

Odradek, dieci anni
mettendo al centro il pensiero critico

Il presidente Pietro Zanelli
Il presidente Pietro Zanelli

Ethos democratico e pensiero critico. Saperi, istituzioni, soggettivazioni è il tema del convegno promosso da Odradek XXI a Brescia in programma oggi e domani al Mo.Ca di via Moretto, per il decennale della fondazione del gruppo di lavoro-ricerca rivolto a «percorsi di pensiero critico» e «tracce di senso in tempo di crisi» per tenere viva una coscienza civile all’altezza delle sfide del presente.

La prima sessione, oggi dalle 16 alle 19, coordinata da Giuseppe Molinari, sul tema «Giovani e Costituzione. Forme di vita, esperienze di ricerca, soggettivazioni (“il concetto che accomuna le due parti veicola la necessità di una responsabilizzazione in questo nostro tempo di continua crisi in cui intendiamo esserci con una continua critica”)», sarà una tavola rotonda di giovani ricercatori - Massimo Coccorese, Francesca Danesi, Giulia Gamba, Filippo Gobbo, Giulio Merici, Matteo Settura, Emiliano Zanelli- che affronteranno il rapporto tra le loro esperienze di studio-ricerca e il bisogno di trasformazione, spesso latente, che attraversa le nuove generazioni. Domani saranno invece affermati studiosi a riattualizzare il primato della dimensione etico-politica rispetto a quella economica. «Se abbiamo dimenticato che la virtù, il potere civico, l’essere-popolo, l’agire democratico non sono un dono del cielo, ma faticosa conquista quotidiana,- spiega Pietro Zanelli presidente di Odradek XXI - allora occorre innanzitutto “reimparare la resistenza”, coniugare la diagnosi critica con la prassi democratica, in una tensione emancipante e liberante: più giustizia, più uguaglianza, più fraternità solidale».

Le diverse sezioni saranno coordinate da Giovanni Comboni, Marco Frusca, Augusto Mazzoni, Giuseppe Molinari. Interverranno Pietro Zanelli, Claudio Castelli, presidente Corte d’Appello di Brescia, Roberto Cammarata, Mauro Farnesi Camellone, Pierpaolo Cesaroni, Emanuele Zinato e Gaetano Rametta dell’Università di Padova, Renzo Mulato, presidente di Metamorphosis di Pordenone, Stefano Petrucciani, de La Sapienza di Roma.

SPIEGA Zanelli: «Il convegno vorrebbe essere un piccolo contributo per affrontare la hegeliana scissione tra mondo della teoria (oggi dominio del capitale) e quello della parassi (uomini, istituzioni), nel quotidiano come nei campi della cultura, attraverso una ricorsività tra forme del sapere, del comprendere e del sentire per ri/popolare il sistema democratico in cui viviamo, amiamo e pensiamo. Una compenetrazione tra etica, cultura, società e una solidarietà tra generazioni per dare inizio a più profonde “rivoluzioni molecolari” con rinnovati “percorsi di pensiero critico” (titolo e sottotitolo della nostra imminente rivista on-line)».

Milena Moneta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok