Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 luglio 2018

Cultura

Chiudi

27.12.2017

Il controllo delle nascite da Malthus al femminismo

Un viaggio nella letteratura e nella storia sulla questione della contraccezione in Italia dalla fine dell’Ottocento al Novecento, passando per la propaganda neomalthusiana, la cultura dell’epoca e via via per la sua evoluzione nel Novecento fino al femminismo. È lo studio di Matteo Loconsole uscito quest’anno per i tipi di Pendragon, collana Le sfere (pp. 153, 15 euro), «Storia della contraccezione in Italia tra falsi moralismi, scienziati e sessisti». Nato a Taranto nel 1992, il giovane autore, laureato in scienze filosofiche a Bologna, ha incentrato le sue ricerche sui rapporti tra la storia della sessualità, della psicologia e della filosofia focalizzandosi sul contesto italiano. Nel volume, con la prefazione di Franco Bacchelli, propone un’analisi comparata tra teoria malthusiana del controllo delle nascite e le interpretazioni della teoria darwiniana sull’evoluzione per selezione naturale e la teoria moreliana della degenerazione, ricostruendo la cornice storico-concettuale all’interno della quale l’Italia post-unitaria imposta la discussione sulla contraccezione. Teorie che dalle scienze biologiche travalicano i confini inoltrandosi, influenzandole, nelle scienze sociali fino all’economia politica. Indagando sulle questioni sull’«igiene sessuale» e sulla prostituzione, Loconsole, attraverso fonti del periodo, rileva diverse contraddizioni della morale che concorrono a formulare i concetti del «pudore» e della «normalità sessuale». Ma l’autore illustra anche la bibliografia sulla questione del controllo delle nascite, riportando alla luce l’attività del periodico «L’educazione sessuale», rivista di neomalthusianesimo e di eugenetica di divulgazione popolare pubblicata in Italia tra il 1913 e il 1915, mentre esplodeva il primo conflitto mondiale: uno dei primi tentativi, nel Paese, dell’attestarsi di una propaganda libera su sessualità e contraccezione, con la consapevolezza che una buona educazione sessuale avrebbe rappresentato un elemento essenziale per la salvaguardia della Nazione. • M.V.A.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok