Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 novembre 2018

Cultura

Chiudi

07.01.2018

Il vento giovane e il maestro La storia di Elisa Vincenzi

Elisa Vincenzi è  autrice anche di  «Agatino» e «Il silenzio cos’è?»
Elisa Vincenzi è autrice anche di «Agatino» e «Il silenzio cos’è?»

A inizio anno la scrittrice per l'infanzia Elisa Vincenzi da Brandico torna in libreria con «Il vento a metà» (edizioni Il Ciliegio, 28 pagine a colori, 12,50 euro), una favola scritta con uno stile agile e brioso e arricchita dalle illustrazioni del disegnatore Luigi Filippelli. Il vento più anziano indica al giovane i suoi compiti e come realizzarli, cosa può fare e cosa non va fatto. Ma l'allievo non sempre si comporterà diligentemente, così poco incline all’ascolto com'è. E allora al vecchio non resterà che raccontare la propria storia, quella di quando, da giovane, distraendosi si ritrovò lontano dal proprio maestro e provocò enormi disastri. L’allievo imparerà allora la lezione facendone tesoro. Affetto e pazienza, ci dice suadente la Vincenzi - insegnante e musicoterapeuta -, sono ingredienti essenziali per una buona pratica educativa. Questa favola è l'ultima di una lunga serie pubblicata dalla narratrice bresciana per i tipi del Ciliegio: «La rana Luisa», «Mino moscerino cantante», «Agatino», «Il silenzio cos’è?», «Ma è tutto sbagliato!», «Amelia e la fiducia», «Oltre le nuvole», «In giardino cosa c’è». • F.MAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok