Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 giugno 2018

Cultura

Chiudi

02.03.2018

«Sette spiriti» di Marco Brio Racconto onirico peruviano

L’autore Marco Brio
L’autore Marco Brio

Lima, 29 luglio 2003. Appunti di un’estate vagabonda arrotolati qua e là su fogli di carta straccia: «L’ultima immagine che ho del Perù è un autoscatto. Io che cammino lungo la costa, ascolto il blues dell’oceano e penso ai sogni». Incubi mostruosi e paradisiache visioni mentre la luna si riflette nelle correnti, evanescenti come pensieri affollati sull’orlo dei vent’anni, che si sciolgono in cristalli di luce non appena sfiorano la superficie dell’acqua, generando un suono lento e maestoso, profondo come un «ululato che scandisce il tempo di mille vite, fuggevoli come mille attimi che scivolano, dove le onde si infrangono su rocce schiumose». Poco più in là la giungla brulica: fotosintesi e misticismi a go go riflessi negli occhi dei suoi animali notturni. Il viaggio come condizione mentale: eterna ricerca di sé, dell’altro e dell’altrove. Un po’ diario d’istinti beat, un po’ Moleskine immaginifica, Marco Brio (alter ego di Marco Briola, classe 1980) a quasi vent’anni di distanza, traslocando da una vita all’altra, ha rimesso mano nello scatolone dei ricordi e quasi per caso s’è ritrovato fra le mani il suo zibaldone esotico-esistenziale di esploratore post liceale in fuga poetica verso altri mondi: «Sette spiriti. Reportage peruviano» (edito da Angolazioni) sarà presentato stasera alle 20.45 in biblioteca a Orzinuovi, paese di cui è originario. Tra «Blowin’ in the wind», arcani incantatori e riti di purificazione all’Ayahuasca, il libro svela un piccolo cinema onirico fatto di incontri, profumi, visioni e riflessioni suggerite da maschere piumate distorte al ritmo dei tamburi del tempo: arcobaleno di luce dentro cui si agitano vita, storie, pensieri di un ragazzo partito da casa come un turista e tornato con l’animo di un viaggiatore. •

Elia Zupelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok