Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 dicembre 2018

Cultura

Chiudi

10.02.2018

UVA E VINO A FUMETTI

Francesca Moretti illustra il libro agli alunni della scuola di AdroIl protagonista della storia è Uvaspina: un cucciolo di riccio
Francesca Moretti illustra il libro agli alunni della scuola di AdroIl protagonista della storia è Uvaspina: un cucciolo di riccio

Jacopo Manessi Il riccio Uvaspina brilla per intraprendenza: attraversa le pagine colorate del libro con l'allegria e il piglio curioso della gioventù. Ma risponde anche a un richiamo ancestrale: quello della terra. Impossibile per l'uomo - pardon, per l'animaletto - resistervi. Persino il suo appello alla lettura sprizza passione tra le righe: «Ciao, mi chiamo Uvaspina e sono un riccio più o meno della tua età. Tra una dormitona e l’altra mi diverto a esplorare la vigna qui vicina insieme ai miei amici. È un luogo magico dove ogni giorno capita qualche cosa di interessante». MIGLIORE sinossi non poteva davvero esserci per «Uvaspina alla scoperta della vigna», volume della collana ElectaKids di Mondadori (40 pp., 14,90 euro), realizzato a «sei mani» da Francesca Moretti, amministratore delegato del gruppo Terra Moretti Vini, Laura Lazzaroni, caporedattore attualità de L'Uomo Vogue e Gianluca Biscalchin, giornalista professionista e illustratore, esperto di gastronomia e viaggi. L'idea ha origini nobili: narrare ai piccoli lettori il sacro mondo del vino, attraverso tavole illustrate e spiegazioni di accompagnamento. Tra lavoro nella vigna, stagionalità, vendemmia, fermentazione, costruzione delle botti, intervento dell'uomo nell'ecosistema e fasi dell'imbottigliamento. La presentazione? Nessuna conferenza ufficiale, meglio un laboratorio, diviso fra disegno, ritagli e collage. Come quello che ha coinvolto per tutta la mattinata di ieri le classi della scuola elementare dell'Istituto Madonna della Neve di Adro. Dove tutto ha avuto inizio. «Il percorso è nato l'anno scorso, quando gli insegnanti dell'allora seconda elementare mi hanno chiamata per chiederci se, come cantina, fossimo interessati a spiegare agli alunni qualcosa sul loro territorio - rivela Francesca Moretti -. Con le maestre, chiacchierando, è nata la volontà di declinare l'idea all'interno del percorso didattico di questa iniziativa, che si è tradotta in tre uscite: una in campagna, una in cantina e una prova pratica di potatura». Esperienza appassionante, che ha spinto a realizzare il libro, con il desiderio di aiutare non solo i giovanissimi. «Vogliamo offrire uno strumento anche alle aziende e al turismo del vino - prosegue l'autrice -: nei fine settimana le nostre cantine vengono visitate da molte famiglie, ma i bimbi rischiano di annoiarsi. Il fatto che gli si possa proporre un percorso alternativo mentre il genitore fa la visita con degustazione è un aspetto importante. Concetto che si è concretizzato nel racconto di Uvaspina, pensato per età scolare ma anche per gli adulti, che sin qui l'hanno apprezzato molto. Sono fermamente convinta che per innamorarsi di una cosa bisogna viverla. Mi piacerebbe che il nostro territorio diventasse fucina per i futuri lavoratori». Chissà che gli agronomi ed enologi del futuro non si nascondano nelle file di appassionatissimi studenti – oltre 300 quelli coinvolti in mattinata –, intenti a comporre disegni e a divertirsi. Il testo è già presente in tutte le librerie: per bambini (e genitori) curiosi. •

Jacopo Manessi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok