Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2017

Mostra di Christo e Jeanne-Claude

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Cultura

16.06.2016

Con «The Floating
Piers» il lago d’Iseo
diventa d’oro

«The Floating Piers» sarà un successo. Lo scaramantico «comunque vada» è stato cancellato ieri nell’incontro conclusivo della Cabina di regia con la stampa, nell’ex chiesetta dei Disciplini, a Sale Marasino. Tutti coloro che han preso la parola, in primis il prefetto di Brescia Valerio Valenti, a capo del Comitato di coordinamento insediatosi nella vicina sala operativa della Comunità montana del Sebino bresciano, hanno detto di sentire di aver fatto appieno il proprio dovere adottando tutte le misure necessarie per affrontare le eventuali, inevitabili criticità. Unica incognita, il tempo. Lo terrà costantemente monitorato un servizio meteo di ultima generazione. Ieri, intanto, s’è cominciato a stendere sui pontili galleggianti il tessuto giallo-cangiante scelto da Christo per far risaltare la sua opera sullo sfondo verdazzurro del lago. Oggi la «Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo» esprimerà parere favorevole alla fruizione del ponte, ma vi preciserà le limitazioni e prescrizioni di esercizio cui la società milanese «The Floating Piers srl» dovrà attenersi. Sulla base di quel parere, domani, il sindaco di Sulzano Paola Pezzotti e di Montisola Fiorello Turla firmeranno le autorizzazioni a camminare sulla passerella sull’acqua. Sabato, l’apertura dell’installazione.

«A che ora non si sa, spetta all’artista deciderlo. Conosco invece il numero delle compresenze ammesse sul ponte, ma non posso dirvelo», ha frenato la curiosità dei giornalisti Valenti. Al tavolo con lui, la sua omologa di Bergamo Barbara Ferrandino, il presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli, l’assessore regionale Simona Bordonali e il rappresentante del «G16» nonché sindaco di Pisogne Diego Invernici.

Nella prime file della platea, i vertici della Questura, dell’Arma, della Guardia di finanza, della Polstrada, dei Vigili del fuoco.

Valenti ha ricapitolato le cifre di uomini e mezzi impegnati ad assolvere da sabato al 3 luglio le diverse funzioni sui vari fronti. In tema di ordine pubblico e sicurezza, oltre agli agenti della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza e del Corpo forestale dello Stato incaricati della vigilanza anti-terrorismo, sono stati creati due presidi aggiuntivi a Sulzano e Montisola, il primo affidato alla Questura, il secondo ai carabinieri. Le forze dell’ordine avranno a disposizione, in acqua, un elicottero, due imbarcazioni della Guardia di Finanza, una motovedetta dei carabinieri, due natanti e 4 acquascooter della Polizia, 4 gommoni dei vigili del fuoco; la società «The Floating Piers», dal canto suo, schiererà lungo il ponte i suoi 35 gommoni.

A terra, oltre al contingente territoriale, arriveranno da Roma uomini di rinforzo: 20 nei giorni feriali e 30 nei giorni festivi. La Polfer di Brescia terrà sotto controllo la stazione di Sulzano, trasformata, secondo l’espressione usata da Valenti, «da piccolo scalo, roba da Far West, in uno snodo metropolitano». Gli interventi a tutela della salute pubblica e dell’igiene, per i quali la Regione ha stanziato 535mila euro, saranno coordinati dal Nucleo Urgenza Emergenza 112 di Brescia e coinvolgeranno l’intera provincia. Nove le ambulanze pronte per ogni evenienza sul Sebino, insieme a 2 automediche, 2 gommoni sanitari, 2 moto-soccorso, 6 squadre appiedate e un elicottero. Il comando dei vigili del fuoco garantirà la presenza di 19 uomini ogni turno.

«IL PONTE DI CHRISTO non rientra fra i grandi eventi, come Expo, ma la Regione l’ha considerato alla sua stregua», ha evidenziato l’assessore Simona Bordonali. I volontari della Protezione civile bresciani saranno 360 ogni giorno, altri 120 arriveranno da Bergamo; per loro il Pirellone ha messo sul piatto 250mila euro.

Sul versante delle tele-comunicazioni, una task force sarà sempre pronta a intervenire per garantire il costante flusso di comunicazioni e informazioni trasmesse via radio tra il Comitato di coordinamento e tutte le sale operative territoriali afferenti alla diverse strutture nonché con tutti i diversi presidi e operatori dislocati sul’area della performance di Christo.

Giuseppe Zani
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok