Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 dicembre 2017

Mostra di Christo e Jeanne-Claude

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Cultura

15.06.2016

Franceschini
«folgorato» sulla
passerella di Christo

L’emozione del momento l’ha graffiata con una stilografica. Un breve pensiero lasciato scritto sulle pagine bianche del libro presenze che chiude la mostra delle Palafitte. «Grande mostra per un grandissimo artista e per una grandissima opera - si legge nel veloce ricordo -. Per sedici giorni il lago d’Iseo cuore del mondo!». Così il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha salutato il Sebino dopo aver visitato, insieme all’artista Christo, l’installazione «The Floating Piers».

«Quest’opera spettacolare, che collega le diverse sponde del lago, ben si integra con le bellezze naturali e paesaggistiche del territorio - ha rimarcato Franceschini -. Arte e natura diventano così quel museo diffuso che caratterizza al meglio la nostra Italia. Nelle prossime settimane il lago d’Iseo sarà al centro del mondo».

Non solo. Per tutto il tempo della visita il ministro ha cinguettato on line su Twitter ha descritto come «un’emozione unica camminare su #FloatingPiers con quel genio di #Christo».

«NON CE L’HO FATTA ad aspettare l’inaugurazione - ha ribadito il ministro -. Abbiamo avuto modo con Christo di fare una camminata su Floating Piers. Davvero vi posso garantire che è un’emozione unica e irripetibile. Si ha davvero la sensazione di camminare sull’acqua, nella flessibilità della struttura - ha aggiunto -. Capita di essere in mezzo all’acqua su un ponte, ma è tutta un’altra esperienza. Davvero una cosa unica e straordinaria che farà diventare per 16 giorni il lago d’Iseo il cuore del mondo e un posto invidiato da tutti quelli che non ce la faranno ad arrivare in tempo per vedere questa straordinaria installazione». Scortato nella visita dal presidente della Provincia di Brescia, Pierluigi Mottinelli, dal sindaco Emilio del Bono e dal suo vice Laura Castelletti accompagnati dal prefetto Valerio Valenti, sulle opere di Christo e Jeanne Claude Dario Franceschini ha poi aggiunto che «sono esperienze uniche, che hanno lasciato il segno in ognuno dei luoghi in cui sono state create per un brevissimo frammento di tempo».

«Penso che non ci sia posto più adatto dell’Italia per questo - ha detto ancora -. Le opere d’arte stanno nei musei. Qui c’è una straordinaria e unica opera d’arte contemporanea in quel museo a cielo aperto che è l’Italia». Insomma, una esperienza indimenticabile condivisa con l’assessore regionale al Turismo e commercio, Mauro Parolini. «Anche il ministro Franceschini - ha spiegato parolini - ha potuto costatare e cogliere in prima persona la straordinaria portata di questo evento e l’eccezionalità dell’esperienza sensoriale che è in grado di restituire una camminata sulle passerelle galleggianti». Il sopralluogo istituzionale ai cantieri dell’istallazione è durato oltre un’ora e mezza.

«Abbiamo potuto verificare insieme, a quattro giorni dall’apertura, il livello avanzato dei preparativi e - ha aggiunto l’assessore incaricato dal Presidente Maroni come referente di Regione Lombardia per l’opera - l’ottimo lavoro che lo staff dell’artista e i soggetti istituzionali hanno svolto in questi mesi. Il ministro Franceschini ha avuto modo di rimarcare la grande rilevanza che The Floating Piers riveste nella promozione del turismo lombardo e nazionale, su cui Regione Lombardia, insieme ad Explora e agli enti locali coinvolti, sta investendo energie e risorse per consolidare da subito gli effetti positivi che questa opera sarà in grado di generare non solo per il Lago d’Iseo, ma anche per le altre aree turistiche bresciane come la Franciacorta e la Valcamonica e per la Lombardia in generale». Ma Franceschini non sarà l’ultimo ministro a camminare sulle acqua.

PER L’INAUGURAZIONE È data per certa la presenza di Paolo Gentiloni, ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, mentre per la collega di Governo alle riforme Maria Elena Boschi si dovrà attendere giovedì per avere una conferma dell’arrivo annunciato per il giorno dell’apertura al pubblico della camminata a lago. «La presenza della delegazione governativa - ha concluso Parolini - dimostra l’attenzione nazionale che questa istallazione ha saputo generare». Insomma, sul Sebino è tutto pronto per camminare sul lago. Esperienza che anche Matteo Renzi farà magari già la prossima settimana nel post ballottaggi. Giuseppe.spatola@bresciaoggi.it

Giuseppe Spatola
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok