Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 23 ottobre 2017

Astratto figurativo:
Elio Uberti evoca
la poesia dell’acciaio

Un particolare della locandina (BATCH)

La poesia del metallo: sabato 2 settembre alle 18 verrà inaugurata la mostra delle opere dell'artista Elio Uberti dal titolo «Acciai», promossa dall'Associazione Amici dell'AAB, nella sede dell’Associazione Artisti Bresciani in vicolo delle Stelle 4 a Brescia. Elio Uberti (Monterotondo di Passirano, 1952) è allievo nei corsi di pittura all'AAB sotto la guida del maestro Enrico Schinetti. La sperimentazione e l'utilizzo di vari materiali come metalli, pietra, plastica, legno e tessuti portano Uberti da una pittura figurativa a una posizione mediana tra naturalismo e astrattismo.

LA TECNICA come arte è chiave di lettura della poetica di Elio Uberti, come scrive Afredo Pasotti. La sua produzione artistica è prima di tutto una tecnica, in cui emerge l’inventività e la cura artigianale di ogni passo dell’esecuzione e di ogni dettaglio. Uberti fu a contatto con le imprese di produzione metallurgica e questa esperienza si riflette nitidamente nella luminosità dei colori: nella sua opera più recente l’artista ha unito la durezza dell’acciaio alla malleabilità dell’alluminio e ai molteplici effetti di policromia della plastica.

Per Giovanna Galli, curatrice della mostra, «ogni elemento trova una collocazione di identica dignità all’interno di opere in cui Uberti utilizza i colori, la luce, i riflessi, le trasparenze, le forme, in una ricerca costante di armonie cromatiche e geometriche, sviluppando una poetica che si sofferma in uno spazio in bilico fra la materia e il vuoto, fra la luce e l’ombra, fra il piccolo e il grande, tra il fisico e lo spirituale». Opere in cui spesso vibra una vitalità organica che riflette in cerchi sempre più ampi un certo senso panico della bellezza, che ha le radici in un’epoca lontana che è anche contemporanea.

LA MOSTRA «Acciai» di Elio Uberti rimarrà aperta in vicolo delle Stelle fino al 20 settembre, da martedì a domenica, dalle 16 alle 19.30. Nella sede dell’Aab è disponibile il catalogo.