Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 novembre 2017

Cultura

Chiudi

02.11.2017

Metarazionalità
Bonetti e la sintesi
tra l’ordine e il caos

Metarazionalità, acrilico, 2009
Metarazionalità, acrilico, 2009

Tutta la ricerca artistica di Beppe Bonetti si fonda sul concetto di bellezza errante e sfuggevole, ossia espressione filosofica di indeterminatezza non rappresentabile, in quanto essa sorge in quel punto esatto in cui ordine e disordine si toccano per respingersi.

Teorico fino dal 1982 dell'esistenza di un'arte «Metarazionale» - che contestava il postmodernismo inteso come cultura progressista, falsamente priva di ideologie -, Bonetti si presenta in questa nuova personale bresciana con una selezione di opere che ripercorrono l'intero suo itinerario, governato da una concezione astratta, geometrica e pura, che nega ogni possibile relazione tra natura e mondo concreto e ogni certezza filosofica.

IN QUESTO SENTIRE, le opere «Metarazionalità», presenti in mostra, si propongono come sintesi tra pensiero logico e illogico, regola e casualità, in cui ogni segno compare e scompare, si dissolve e si sgretola. Nelle opere «Variazioni su un errore di Parmenide» - presentate alla Biennale di Venezia nel 2013 in forma scultorea attraverso tre grandi sfere di tre metri di diametro -, l'artista sfida l'esattezza della matematica e della geometria, l'armonia, l'ordine e la misura di matrice classica. Negli acrilici su tela, infatti, ogni sfera, dalla forma perfetta, viene continuamente minacciata e corrosa da segni ripetuti, che tendono sia alla costruzione, sia alla distruzione del cerchio perfetto. Su questo principio di disegno ignoto dell'universo, Bonetti, comunque, crea linguaggi e codici, inventa alfabeti e quadri mentali, come «Variazioni sul 7». Lo spazio visivo diviene luogo in cui si gioca con le variazioni infinite del numero sette, inedito alfabeto dai significati criptici, visione effimera di elementi dotati di forze dinamiche.

Beppe Bonetti: «Aspetti della metarazionalità»; Brescia, Ramera Arte Contemporanea (Via Moretto, 2); fino all’11 novembre

Giampietro Guiotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok