Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 ottobre 2018

Cultura

Chiudi

03.01.2018

Nakari, dalla Finlandia con amore Scatti di moda tra Brixia e il metrò

La modella Devon Ross ritratta al Capitolium da Sami Oliver NakariLa campagna nella metro di Brescia per il designer Alberto Zambelli
La modella Devon Ross ritratta al Capitolium da Sami Oliver NakariLa campagna nella metro di Brescia per il designer Alberto Zambelli

Elia Zupelli Nitido, geometrico, simmetria urbana e sguardo da star. L’insegna al neon disegna il legame con una storica osteria del centro di Brescia, ma il viaggio fluisce libero verso un antro notturno del Greenwich Village: trucco pastello, pose maudit, a bucare l’obbiettivo è Devon Ross, modella e figlia d’arte generata dalla stessa sostanza rock’n’roll di suo padre Craig, chitarrista di Lenny Kravitz. L’OCCHIO è quello di Sami Oliver Nakari: classe 1984, passaporto finlandese ma da anni bresciano d’adozione. Titolo dell’editoriale, scattato interamente a Brescia: «The tourist». Filo rosso rintracciabile anche negli altri scatti pubblicati da Pressure Magazine (base a Parigi e allure patinata), collezione di tracce post-metropolitane in bilico fra moda e concetto, tra avanguardia e classicità, nonché segni stilistici di un’identità fotografica che sta prendendo il volo, ammaliata dalle prospettive americane di Joel Sternfeld e dalla banalità apparente di William Egglestone. Del resto, dice Nakari, «quello che mi attrae non ha nulla di spettacolare: a ispirarmi sono i contesti comuni della vita di tutti i giorni, angoli di città e stanze disordinate...». Istanti di luce riflessi nell’immaginario estetico vibrante di normalità e fantasia in trasparenza attraverso il quale - ritratto dopo ritratto- ha trasformato una profonda passione per la fotografia nata girovagando per il mondo in un orizzonte artistico-professionale sempre più lanciato nel sogno proibito del fashion system. Il 2017 è stato l’anno della svolta e il 2018 si è svegliato col piede sinistro, quello giusto: dopo aver documentato la vita frenetica nel backstage durante l’ultima fashion week milanese (il lavoro è sttao pubblicato da WhiteLiesMag), Nakari concederà il bis a febbraio - sempre a Milano - seguendo le sfilate autunno/inverno 2018-2019; quindi il suo flash nei prossimi mesi virerà in direzione Dubai, per una collaborazione con D The Agency, agenzia di livello internazionale che nel roaster annovera, fra gli altri, fotografi del calibro di Louise Philippe de Gagogue, firma d’autore per diverse campagne di Edun, brand newyorkese di proprietà di Bono Vox. Grazie alla collaborazione di Roberta Beschi in veste di stylist (la sua compagna anche nella vita privata), Nakari in pochi mesi ha ottenuto pubblicazioni sulle più importanti testate indipendenti del momento come i-D Italy, Hunger, Cake, distinguendosi con uno stile originale e facilmente riconoscibile, eclettico e versatile, capace di interpretare con acume visivo e un tocco di poesia anche lookbook e campagne promozionali. Tra queste ultime spicca quella ambientata nella metro di Brescia per Alberto Zambelli (designer di Polpenazze operativo in tutta Italia e in Cina, la cui sfilata apre ogni anno proprio la fashion week) oppure ancora quella per il marchio Becu di Valentina Bazoli, fashion designer di Desenzano. L’avventura espressiva di Nakari passa poi per il progetto «Big Finger» curato da Gummy Industries e per la collaborazione in rampa di lancio con Indice, ottica-boutique e laboratorio d’impronta avanguardista in pieno centro a Brescia. «Il mio è un ideale di semplicità e pulizia: composizione curata nel minimo dettaglio, pochi gli oggetti presenti all'interno del frame» spiega tra un libro di Lewis Baltz e qualche primo piano di Fabienne Dobbe, che è il nuovo volto di punta per la maison Gucci. «PRESTO GRANDE attenzione alla scelta delle location, amo creare atmosfere evocative, mood insoliti: raccontare storie che partono dall’ordinario per spingersi verso l’altrove». E ovviamente pure in rete sul sito internet www.samiolivernakari.com o sull’omonimo profilo Instagram, diari virtuali con progetti e fotografie di ieri, oggi e domani. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok