Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 ottobre 2018

Cultura

Chiudi

23.09.2018

Odifreddi: «La matematica è fiducia nella verità»

  Piergiorgio Odifreddi
Piergiorgio Odifreddi

Un ritrovamento che è un inno alla bellezza della serendipità, la capacità o l’occasione di incappare in scoperte felici mentre si sta cercando altro: una costante di molte intuizioni scientifiche (il ricercatore studiava i commenti a mano dei lettori delle opere stampate di Galilei). «Scoperta importante perché, anche se il contenuto della lettera era noto, il fatto di trovarci a confronto con le copie poneva gli studiosi nel campo dell’interpretazione. Ora invece il ritrovamento di Salvatore Ricciardo ci porta in possesso di una fonte oggettiva. Non sarebbe stato possibile senza le risorse e l’impegno impiegati per questo Progetto di rilevante interesse nazionale» spiega Massimo Bucciantini, che di questo Prin è il responsabile, insegna a Siena ed è autore di «Il telescopio di Galileo. Una storia europea», scritto con i docenti Michele Camerota e Franco Giudice. Su tutt’altro versante, quello della scienza dei numeri, Piergiorgio Odifreddi, fresco indagatore di sogni e incubi scientifici a LeXGiornate di Brescia, ricorda quanto le implicazioni rivoluzionarie dei pensieri di Galilei scaturissero sì dalle lettere ma ancor più dai testi, come «Il Saggiatore», quello dell’universo come un grandissimo libro in linguaggio matematico. «Per Galilei la materia è fatta di atomi e questo non poteva non leggersi come contrario al dogma della transustanziazione: la presenza di Cristo nell’eucaristia, il fatto che il vino diventi sangue e il pane si tramuti nel corpo di Cristo, attraverso il sacramento. Per Galilei la sostanza come è concepita nel dogma non esiste. È molto interessante ricordare che fu anche su questo che si giocò il Concilio di Trento e che i protestanti non accettarono la lettura cattolica. Quello sulla natura della materia è uno snodo primario per la cultura europea». E l’implacabile indagine sulla verità scientifica, storica e giornalistica - che non conosce abbandoni fideistici - è punto essenziale dell’opera di Galilei . E dell’agire di Odifreddi.

CENTE
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok