Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 settembre 2018

Cultura

Chiudi

14.08.2018

Angoscia per Aretha Franklin La regina del soul è in fin di vita

Aretha Franklin, 76 anni. L’ultima esibizione l’anno passato
Aretha Franklin, 76 anni. L’ultima esibizione l’anno passato

NEW YORK Fece piangere Obama sulle note di «You make me feel like a natural woman», è stata la prima donna a entrare nella Rock and Roll Hall of Fame e lo Stato del Michigan ha dichiarato la sua voce «una risorsa naturale». In oltre sessant’anni di carriera, Aretha Franklin ha incantato il mondo intero con la sua voce ma ora la sua vita è appesa ad un filo: The Queen of Soul è gravemente malata in un ospedale di Detroit. Aretha aveva avuto una diagnosi di cancro nel 2010 ma si è sempre rifiutata di fornire dettagli. Il peggioramento delle sue condizioni di salute l’aveva costretta a cancellare una serie di concerti nel 2017 e sempre l’anno scorso aveva annunciato il suo ritiro dalle scene, sottolineando che avrebbe tuttavia continuato a incidere. La sua ultima esibizione è stata lo scorso novembre a New York al gala della fondazione di Elton John per la lotta all’Aids. Il suo ultimo concerto, invece, nel giugno del 2017 quando tra l’emozione generale salutò il pubblico dicendo «per favore tenetemi presente nelle vostre preghiere». Nata a Memphis, in Tennessee, il 25 marzo del 1942, figlia di un pastore battista e di una pianista e vocalist, la Franklin iniziò a cantare da piccolissima durante le funzioni religiose. Quando aveva poco più di quattro anni, la famiglia si trasferì a Detroit e a soli dieci anni, poco dopo la morte della madre, Aretha cominciò a cantare come solista nella chiesa New Bethel dove il padre era pastore. Il primo contratto discografico risale al 1956 con la JVB Records, e il suo primo album fu «Songs of Faith». Nel frattempo aveva avuto anche due gravidanze precoci, una a 14 anni e l’altra a 16. La vera e propria scalata alle classifiche iniziò negli anni ’60 con l’etichetta Columbia. In carriera ha vinto 18 Grammy e ha venduto oltre 75 milioni di dischi nel mondo. Nel 1987 entrò come prima donna nella Hall of Fame del rock, ai Grammy del 1998 sostituì Pavarotti colpito da un malessere e improvvisò in 20 minuti un’interpretazione del «Nessun dorma» in tonalità originale e cantando la prima strofa in italiano. La performance è considerata una delle più grandi esibizioni di sempre ai Grammy. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok