21 marzo 2019

Cultura

Chiudi

11.01.2019

Segnale radio misterioso captato dallo spazio profondo

ROMA Un segnale misterioso e inatteso proveniente da una sorgente sconosciuta nello spazio profondo potrebbe essere la prima spia di una famiglia di fenomeni simili. È infatti il secondo lampo radio ultraveloce che si sia mai ripetuto nei 60 finora catturati da quando gli astrofisici hanno cominciato a studiare questi fenomeni rapidissimi e ad alte energie. Descritto in due articoli sulla rivista Nature, il lampo radio è stato osservato dal telescopio canadese Chime (Canadian Hydrogen Intensity Mapping Experiment). Sono lampi che arrivano dall’esterno della galassia e durano appena qualche millisecondo e da quando vengono osservati non hanno fatto che mostrare proprietà differenti. Finora il primo che si è ripetuto è stato FRB 121102 e, con altri segnali dello stesso tipo, sembra provenire dallo stesso luogo, distante circa un miliardo e mezzo di anni luce, circa la metà della distanza del primo segnale che si è ripetuto. Questo secondo segnale «fotocopia» è anche uno dei 13 segnali simili appena descritti su Nature e almeno sette di essi hanno le frequenze più basse mai osservate. Secondo i ricercatori la scoperta di questo secondo segnale è sufficiente a ipotizzare che in futuro sarà possibile scoprire un’intera popolazione di queste sorgenti. Ma lo spazio riserva anche un’altra sorpresa: la prima istantanea di una nascita cosmica. L’esplosione di una supernova, chiamata Mucca, è stata ripresa da una rete di telescopi e ha mostrato in diretta la formazione di una stella di neutroni o forse di un buco nero. Pubblicata sull’Astrophysical Journal, la scoperta parla italiano con Raffaella Margutti, che ha guidato la ricerca, e con Giacomo Terreran. Entrambi lavorano negli Stati Uniti, nella Northwestern University. Per i ricercatori è stata un’emozione: «sappiamo che buchi neri e stelle di neutroni si formano quando una stella muore, ma non li avevamo mai visti subito dopo la loro nascita», ha detto Margutti. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok