23 gennaio 2019

Economia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

10.05.2014

Cameo, ricavi senza ostacoli L'utile netto è sempre gustoso

Alberto De Stasio
Alberto De Stasio

Un anno - l'ennesimo - senza ostacoli sul fronte dei ricavi, culminato con un utile netto sempre «gustoso» e in crescita a 21,617 milioni di euro. Una performance che - emerge dalla relazione al bilancio - consente al Consiglio di amministrazione di proporre la distribuzione di un dividendo per complessivi 21,75 mln di euro considerato l'utilizzo parziale della riserva straordinaria; un nuovo «ritorno» importante, dunque, per l'azionista unico dopo i 25,65 milioni incassati come cedola dodici mesi fa.
UN 2013 di soddisfazioni per Cameo spa (e non solo), l'azienda alimentare di Desenzano del Garda (fa parte del gruppo tedesco Oetker), controllata dalla Dr. Oetker International Beteiligungs Gmbh di Bielefeld in Germania; conta complessivamente 363 dipendenti in aumento sul 2012; l'attività viene svolta anche in immobili (in locazione) contigui alla sede. Proprio nelle adiacenze dello stabilimento si trovano i terreni (circa 10 mila metri quadrati) rilevati all'inizio di questo esercizio - in aggiunta a quelli acquistati l'anno scorso - «nell'ottica di soddisfare future esigenze legate allo sviluppo e all'ampliamento delle strutture operative».
GRAZIE anche agli investimenti effettuati in pubblicità - spiega l'azienda - i ricavi realizzati nel 2013 (sono pari a 272,133 milioni di euro, quasi interamente in Italia, in progresso di circa il 3,7% sui precedenti 262,518 mln) possono essere considerati «soddisfacenti» considerata la situazione di mercato. In sintesi, l'andamento conferma che Cameo consolida le posizioni commerciali nei settori dei preparati per dolci e dessert, degli ingredienti per pasticceria, dei lieviti e preparati per torte, del ciobar, degli snacks e della biscotteria salata; migliora la leadership nell'area delle pizze surgelate e incrementa ulteriormente la presenza nei prodotti freschi. I riscontri sono frutto pure degli sforzi messi in atto con la finalità di mantenere un'attività tecnologicamente all'avanguardia. Senza dimenticare l'impegno sul fronte della ricerca e dell'innovazione per aumentare la qualità e le proposte.
LE PROSPETTIVE per il 2014, nonostante il permanere di alcune incertezze in generale, sono improntate all'ottimismo e supportate da una mission ben definita. «Il nostro obiettivo - sottolineano Alberto De Stasio e Peter Irle, direttori generali della spa, che non è esposta verso le banche - è di continuare a crescere laddove il mercato lo consente. Puntiamo a rafforzare le linee di punta, a investire nuove risorse per ampliare la gamma».R.E.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1