lunedì, 20 novembre 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

11.07.2012

Leonardo lungo l'Oglio Ecco la sua «mappa»

Un particolare della mappa del fiume Oglio di Leonardo
Un particolare della mappa del fiume Oglio di Leonardo

Che Leonardo da Vinci avesse frequentato il lago d'Iseo e il corso del fiume Oglio era emerso lo scorso anno, quando alcuni studiosi d'arte avevano ipotizzato che nel fondale alle spalle della celebre Gioconda si stagliasse un paesaggio con più di un'analogia «camuno-sebina». Ebbene, è trascorso poco tempo e del più grande genio italico dell'arte e non solo si torna a parlare, e questa volta in termini assai più concreti. Da ieri mattina, presenti il sindaco Sandro Farisoglio, l'assessore alla Cultura Simona Ferrarini ed il curatore delle raccolte archivistiche Simone Signaroli, una copia del disegno ad inchiostro su carta raffigurante il corso del fiume Oglio è esposto nel Museo Camuno, al Palazzo della Cultura di Breno. Lo schizzo, che si deve alla penna di Leonardo e che è stato eseguito dall'artista intorno al 1510, rappresenta i paesi che s'affacciano sul fiume camuno, dall'alto in basso da Pon da Leg (Ponte di Legno) a Edol, da Brè (Breno) a Pià (Piancamuno) sulla riva ovest del fiume, e sulla riva est da Cerviè (Cerveno) a Ghorzon (Gorzone), a Volci (Volpino) e Casstro. Si suppone che al genio di Vinci, a quell'epoca al servizio del re di Francia Luigi XII, che era impegnato nella campagna militare contro la Repubblica di Venezia, fosse stato commissionato uno studio sulla geografia dei luoghi, fra i quali uno sul corso dell'Oglio. Lo schizzo è custodito nella «Royal Collection» della famiglia reale inglese dal 1690 al castello di Winsdor (venne acquistato da Carlo II d'Inghilterra) e direttamente da Camus (il Museo Camuno) era partita la richiesta all'archivio delle riproduzioni digitali della stessa Royal Collection per poter esporre una copia del disegno. L'amministrazione comunale si è fatta carico del pagamento delle canoniche 85 sterline e 80 penny per ottenere il permesso di stampare la mappa e da ieri mattina l'Oglio di Leonardo è esposto al Museo brenese, collocato strategicamente accanto ad un'altra mappa, questa del sedicesimo secolo, nella quale è rappresentato il territorio bresciano. Lo schizzo misura cm. 39,2 x 27; l'originale è esposto a Windsor nella sezione «Disegni, acquerelli e pastelli» con il titolo «A sketch of the course of the river Oglio around the Lago d'Iseo».

Luciano Ranzanici
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Cellino ha scelto il nuovo stemma del Brescia: cosa ne pensi?
ok

Sport