domenica, 17 febbraio 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.09.2010

Ambiente, viabilità, servizi i cittadini indicano le priorità


 Il Municipio di Rezzato, i cittadini interrogati sul futuro del paese
Il Municipio di Rezzato, i cittadini interrogati sul futuro del paese

Il Comune di Rezzato analizza le risposte al questionario relativo al Pgt distribuito alle famiglie. La salvaguardia del territorio e del paesaggio è la preoccupazione maggiore dei rezzatesi: il 79,2 per cento è «molto favorevole», il 13,2 «abbastanza favorevole», il 3,8 poco favorevole e solo l'1,9 per cento contrario. Tra i luoghi da tutelare più segnalati dai rezzatesi troviamo il parco di Bacco, la zona verso Molinetto di Botticino, del Santuario della Madonna di Valverde e del convento dei francescani, ma c'è anche grande attenzione per le aree agricole, le colline, le aree verdi in genere. Sono stati poi segnalati luoghi e edifici di particolare bellezza, come San Giacomo, il Suffragio, la piazza ed il palazzo del Comune, i centri storici, villa Fenaroli, ma anche dei luoghi all'apparenza più umili, ma legati all'identità del paese: la Sessa, le cascine, le fontane ed i lavatoi, via Disciplina.
RIGUARDO ALLA VIABILITÀ i luoghi più indicati per la carenza di parcheggi per auto, sono stati il centro di Rezzato e le scuole medie, il centro di Virle, Capo Sera e San Carlo. Altri luoghi segnalati sono stati: casa di riposo, oratori, Comune, vicolo Alberti, centro commerciale Francesca, via Milano, scuola Tito Speri, via Gennari, Teatro comunale Ctm. Le piste ciclabili più desiderate sono quelle che colleghino Rezzato a Brescia, il completamento di via Leonardo da Vinci e l'asse via Almici-via Scalabrini. Altre aspettative sul tratto Rezzato-Virle, Treponti-Ciliverghe, via Zanardelli, Capo Sera, Virle, la strada per San Giacomo, i centri storici, la zona del Santuario. Altro suggerimento è quello di utilizzare il corso del Rino a Virle.
Sulla segnalazione del punto con maggiori problemi di traffico c'è un'amplissima concordanza, con quasi la metà di chi ha compilato il questionario, nel segnalare la zona di via IV Novembre-via Italia-via Scalabrini. Si arriva al 60 per cento dei questionari se a queste sommiamo le numerose segnalazioni per via Leonardo da Vinci e quelle per via Almici, indicando così chiaramente l'asse avvertito come più critico. Suggerimenti relativi alla mobilità: Ztl in centro storico, il senso unico in via Scalabrini, una tangenzialina a sud del paese e la necessità di rivedere complessivamente il trasporto pubblico verso Brescia in accordo con le società di trasporto.
TRA I COMMENTI, la richiesta di evitare nuovi centri commerciali, una critica all'estetica del centro commerciale Francesca e le proposte di valorizzare di più la lavorazione dei materiali lapidei e di individuare un luogo per la vendita di prodotti agricoli locali.
Per migliorare i servizi del paese i suggerimenti principali sono stati quelli di estendere gli orari degli uffici pubblici (la sera dopo le 18 ed il sabato) e della biblioteca (la sera) e di potenziare il trasporto pubblico, anche con l'arrivo della metropolitana leggera.
Riguardo al tempo libero si chiede uno spazio per le feste, un teatro, più iniziative per gli under 18, una libreria, una discoteca, un palazzetto del ghiaccio, un'associazione podistica, la valorizzazione del Parco delle Colline e la realizzazione del progetto di recupero dell'ex cava «Corna Rossa».

Alfredo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Il Racconto di Ferragosto

Sport

Cultura

Spettacoli