giovedì, 30 marzo 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

02.10.2015

San Colombano, «esiliati» in 14
dopo gli scontri anti-profughi

Uno dei presidi che ha promosso la raccolta firme contro i profughi
Uno dei presidi che ha promosso la raccolta firme contro i profughi

Presidi minacciosi, manifestazioni violente, bombe carta all'indirizzo del centro di accoglienza e bambini scortati a scuola dalle madri. Se la presenza di 19 richiedenti asilo è capace di scatenare tutto questo, viene da chiedersi da che parte stia in realtà il pericolo a San Colombano di Collio. I rischi che il clima di tensione latente degeneri sono stati mitigati dalla Digos che sotto l'egida del pm Silvia Bonardi ha indagato sulla manifestazione inscenata nella frazione lo scorso 5 settembre per dire «no» ai profughi.DAGLI UFFICI DI SAN POLO della polizia di Stato comunicano che in seguito a quella giornata sono stati emessi 14 fogli di via; alcuni dei quali impediranno ai destinatari di farsi vedere in alta Valtrompia per tre anni. E che ben 11 di questi riguardano personaggi che fanno riferimento all'ultradestra, e del mondo del tifo organizzato. Si tratta in quasi tutti i casi di giovani e giovanissimi, e a rendere ancora più inquietante il quadro c'è il materiale sequestrato addosso ad alcuni di loro durante il duro confronto con le forze dell'ordine e nelle successive perquisizioni domiciliari: un campionario fatto di manganelli retrattili, mazze da baseball e coltelli.Cercando di avvicinarsi al presidio formato da un ampio schieramento della sinistra che manifestava solidarietà ai richiedenti asilo ospitati dell'albergo «Al cacciatore», gli esponenti dell'estrema destra avevano ingaggiato un violento corpo a corpo con le forze di polizia.Tre dei fogli di via emessi dalla Questura cittadina riguardano esponenti di quella che la polizia chiama «area antagonista», ma in questo caso il provvedimento è stato preso alla luce del fatto che, violando le prescrizioni del questore, gli «allontanati», decisamente più adulti rispetto a quelli del fronte opposto, avrebbero intralciato la circolazione stradale facendo crescere i rischi per l'ordine e la sicurezza. Le misure della questura potrebbero essere il primo passo verso un lento ritorno alla normalità a San Colombano. o

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Secondo un sondaggio de "Il Sole - 24 Ore" il gradimento del sindaco Del Bono è diminuito del 7,5% dal momento dell'elezioni. Cosa ne pensi?
ok

Sport

Cultura