Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 ottobre 2017

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.09.2017

Il voto tedesco
e i soliti giochini

Egregio direttore, chi avesse potuto pensare che la litigiosità in politica fosse un «patrimonio» tutto italiano dovrà ricredersi. Quanto è accaduto in Germania all'indomani delle elezioni all'interno di Alternative für Deutschland lascia capire che tutto il mondo è paese. Non si sono ancora spenti i riflettori sul balzo in avanti registrato da AfD che Fauke Petró, co-portavoce federale, ha lasciato il partito, proponendosi come figura di riferimento di un nuovo schieramento conservatore. Non entrerà nel gruppo parlamentare, anche se, a detta dei colleghi, non voleva parlare con loro da mesi. La sua deve essere interpretata come una svolta moderata. Per poter rappresentare un nuovo partito in parlamento le serviranno, però, 34 deputati. Come dire, però, AfD già in difficoltà dopo il successo elettorale.

Luigi Cavalieri

DESENZANO DEL GARDA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1