Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 ottobre 2017

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.09.2017

Posto disabili
occupato

Egregio direttore, sono una cittadina disabile residente nel Comune di Gussago, che dopo dieci anni di continue sollecitazioni si ritrova a tutt’ oggi a non aver ancora risolto il suo problema. Per questo motivo ho deciso di scrivere una lettera, prendendo spunto delle ultime notizie susseguitesi in questi giorni sui comportamenti dei cittadini italiani nei confronti dei portatori di handicap. Il mio problema consiste nell’aver ottenuto sì un posto auto riservato ai disabili, che però viene occupato quotidianamente da persone estremamente maleducate, dato che la segnaletica posta dal mio Comune è da «interpretare», aspetto, quest’ultimo, che comporta continue diatribe con le persone che occupano il posto in modo abusivo, ovvero senza averne alcun titolo e soprattutto analogo permesso. Ma quello che mi sconforta è che il corpo di polizia municipale del mio paese, nonostante sia a conoscenza da tempo della situazione, non abbia ancora provveduto alla sistemazione, latitando anche sull'utilizzo non consentito dello stesso. Mi preme anche comunicare che da vari anni vivo quotidianamente il problema della barriere architettoniche, compreso anche una difficile situazione anche per quanto riguarda il posto di lavoro, dove anche nonostante varie sollecitazioni riguardanti «parcheggio e marciapiedi» non ho ancora ottenuto nulla. Tutte queste mie precisazioni nascono dal fatto che per parecchi anni ho lavorato a Brescia, dove ho subito gravi disagi sempre causa delle barrire architettoniche, e anche gravi offese da parte dei cittadini che mostravano mancanza di rispetto per la mia situazione. Spero che questa mia lettera serva a risolvere le situazioni da me indicate da parte della mia amministrazione comunale.

Anna Martinelli

GUSSAGO

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1