Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 novembre 2017

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

08.11.2017

Quel rossetto
di bocca in bocca

Egregio direttore, seduta in un cantuccio di un negozio di cosmetici osservo attentamente le ragazze che entrano scelgono, commentano, si consigliano e comprano tante cose di cui non conoscevo nemmeno l'esistenza. Le commesse, brave ragazze giovani, consigliano, sorridono, aiutano le clienti con maestria. È il loro lavoro, si dirà, ma c'è modo e modo di farlo. Sopportano anche me che ho l'occhio lungo e mi permettono di stare lì seduta una mezzora, tempo di mettermi lo smalto e via. A loro va il mio grazie. Loro fanno ciò che io con una mano sola non so fare e si sostituiscono al mio Angelo che non può più aiutarmi. Grazie. Unica cosa negativa che ho visto è quella di far usare i rossetti prova a chiunque entri senza limite. Il rossetto passa da un paio di labbra all'altro senza limiti. Trovo il fatto poco igienico e pericoloso. Si possono trasmettere malattie anche pericolose come l'Aids. Si sa che basta un'herpes per far accadere ciò: l'ho chiesto a loro e mi hanno detto che la ditta dà il consenso a questa promis- quità. Cosa non si fa per il consumo. Attente donne! È vero che se bello vuoi apparire un po' di male devi soffrire! Vecchio detto. Ma siamo seri, ne va della salute. Ometto i nomi per correttezza e per rispetto. Non si può sputare nel piatto in cui si mangia.

Franca Stanga

BOTTICINO SERA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1